Configura la tua Toyota Richiedi un preventivo Visualizza brochure e listini Simula il tuo finanziamento Trova un concessionario

Archivio dei prototipi

Una breve rassegna delle nostre concept car

I prototipi sono pezzi unici estremamente importanti, perché ci consentono di presentare tecnologie e temi stilistici futuri. Diamo a ingegneri e designer la libertà di esprimersi e, dalla reazione del pubblico, possiamo capire quali caratteristiche delle concept car avranno un futuro nei prossimi modelli Toyota.

Ti proponiamo qui di seguito una selezione dei nostri prototipi più recenti.

Toyota FT-Bh

Presentata in anteprima al Salone internazionale dell'auto di Ginevra del 2011, la concept car FT-Bh è una vettura totalmente ibrida dalle caratteristiche avanzate, sia in termini di efficienza e che di risparmio energetico.

I miglioramenti hanno interessato cinque aspetti in particolare: riduzione del peso, aerodinamica, efficienza del propulsore, gestione dell'energia termica e riduzione dei consumi di elettricità. Il risultato? Una vettura che pesa meno di una Toyota Aygo tre porte, con l'abitabilità di un'auto del segmento B a cinque porte, come una Toyota Yaris.

Con un miglioramento del 30% nell'aerodinamica, un sistema ibrido puro più compatto e l'ottimizzazione della gestione energetica, i nostri ingegneri hanno dimezzato le emissioni di CO2 rispetto alle auto del segmento B di quell'anno.

/

Inoltre, è importante sottolineare che nella costruzione del prototipo FT-Bh non sono stati utilizzati materiali speciali o costosi, solitamente associati alle concept car. Abbiamo fatto ricorso a processi produttivi adottati normalmente nell'industria automobilistica in quel periodo, ottenendo una riduzione dei costi e una vettura pronta per la produzione in serie.

/
Toyota FCV-R

Il prototipo FCV-R è stato presentato in anteprima al Motor Show di Tokyo del 2011 e ha aperto la strada alla produzione in serie delle auto alimentate a idrogeno.

Con uno stile inconfondibile, sottolineato da un motivo a "W" nella parte anteriore e posteriore che simboleggia il sistema di raffreddamento a cella a combustibile stivato nella scocca, l'agile FCV-R ha un carattere decisamente unico.

Ma le principali innovazioni sono nascoste sotto il suo profilo aerodinamico. Con uno stack di celle a combustibile più compatto del precedente FCV e due serbatoi per l'idrogeno posti sotto il pianale, le dimensioni dell'abitacolo e del bagagliaio ottimizzate ne fanno un veicolo familiare molto pratico.

/

L'abitacolo confortevole offre sedili rivestiti in stile giapponese e un doppio schermo montato sulla console centrale, dotata di controlli tipo smartphone per i sistemi di infotainment e la navigazione in 3D. Il sistema è stato progettato per integrarsi facilmente con lo smartphone, visualizzando le applicazioni del cellulare e trasmettendo informazioni sul veicolo direttamente sul telefono.

Ma la maggiore innovazione sono state le caratteristiche all'avanguardia della cella a combustibile. Con i suoi due serbatoi per l'idrogeno, il prototipo FCV-R ha infatti un'autonomia di 700 km e non produce emissioni dannose: dallo scarico infatti esce solo dell'acqua!

/
Toyota NS4

La NS4 Plug-In Hybrid è la concept car presentata al North American Auto Show del 2012. Oltre a indicare la direzione stilistica per i modelli futuri, lo sviluppo della NS4 si è concentrato ampiamente su sicurezza e connettività.

L'esterno presenta una griglia anteriore particolare, paraurti anteriore scolpito e porte ad ala di cigno per agevolare l'accesso all'abitacolo. Sotto il telaio, si trova il sistema avanzato Hybrid Synergy Drive plug-in. Grazie alla riduzione nelle dimensioni e nel peso dei componenti, il consumo di carburante e l'accelerazione risultano migliorati, così come l'autonomia di guida nella modalità elettrica.

/

Una volta a bordo, il guidatore può concedersi un'esperienza multimediale totalmente connessa. Con l'interfaccia stile smartphone montata nella console centrale, il sistema connesso a Internet consente di controllare i sistemi di navigazione, lo stereo e le informazioni sul veicolo ed è persino in grado di apprendere le abitudini e le preferenze del conducente, anticipandone le necessità.

La NS4 ha segnato un importante passo avanti anche per la sicurezza dei conducenti e dei pedoni. Il prototipo è infatti dotato di un sistema di rilevamento pre-collisione di nuova generazione, combinato con dispositivi di sicurezza utili per monitorare i punti ciechi e gruppi ottici adattivi. Anche la sicurezza dei pedoni è ben integrata nel sistema e comprende il sollevamento automatico della parte posteriore del cofano, per ridurre il rischio di traumi cranici in caso di incidente.

/

Il prototipo NS4 ha quindi presentato numerosi dispositivi di sicurezza e connettività avanzati, che saranno disponibili nella produzione di serie Toyota in un futuro non troppo lontano.


Toyota diji

Al Salone dell'auto di Ginevra del 2012, la concept car Toyota diji ha portato il concetto di personalizzazione a un nuovo livello. Questo prototipo rappresenta una visione di una società nella quale saremo più connessi alla nostra auto e, attraverso lei, anche tra di noi.

Ma la diji prende molto sul serio anche la sicurezza. Essere connessi a sistemi intelligenti di controllo del traffico significa essere sempre al sicuro. Le informazioni raccolte da sistemi di sicurezza locale, di controllo del traffico e da altri veicoli consentono al conducente della diji di gestire potenziali pericoli come i punti ciechi agli incroci.

/

Inoltre, la carrozzeria della diji è completamente personalizzabile, in maniera facile e immediata. Con immagini e messaggi posti sui pannelli esterni ed esterni, la diji è come la tela di un pittore, pronta a esprimere la personalità dei suo conducente.

La magia continua all'interno, con analoghe possibilità di personalizzazione che adattano l'abitacolo all'umore del guidatore. Lo straordinario Concierge olografico di navigazione fornisce informazioni tramite un'interfaccia vocale, mentre tutte le altre funzioni di navigazione risultano integrate grazie a tecnologie di realtà aumentata.

La diji rende inoltre il volante del tutto superfluo. Diverse funzioni di guida sono accessibili da remoto e possono essere controllate tramite smartphone. Una connessione di rete cura l'aggiornamento costate del software per la guida, i comandi e i sistemi multimediali della vettura.

/

Se condividi le idee di questa concept car, ti invitiamo a scoprirne gli ulteriori sviluppi apportati al prototipo FV2, presentato al Motor Show di Tokyo nel 2013.

La nostra e-privacy policy

Questo sito utilizza cookies di profilazione (propri e di soggetti terzi) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le Sue preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete.
Continuando a navigare o accedendo ad un qualunque elemento del sito, Lei accetterà l’uso e la ricezione dei cookies nel rispetto di quanto stabilito nell’ Informativa estesa.
La modifica delle impostazioni dei cookies e la possibilità di negare il consenso al loro utilizzo potranno essere effettuate utilizzando il link di cui sopra o accedendo alla sezione "E-Privacy" in fondo alla pagina.