Configura la tua Toyota Richiedi un preventivo Visualizza brochure e listini Simula il tuo finanziamento Trova un concessionario

Condizioni estreme in Texas per Toyota Racing

Quarta prova del Campionato Mondiale Endurance

Un temporale torrenziale scoppiato poco dopo l'inizio della gara ha completamente stravolto la corsa del team TOYOTA Racing alla 6 Ore del Circuito delle Americhe.

Delusione per TOYOTA Racing


La quarta prova del Mondiale di Endurance si era preannunciata molto più promettente, ma il team si è dovuto accontentare di un podio con la numero 8 TS040 HYBRID di Anthony Davidson, Nicolas Lapierre e Sébastien Buemi, lasciando il Texas con un vantaggio di 11 punti nella classifica piloti.

La numero 7 di Alex Wurz, Stéphane Sarrazin e il debuttante di TOYOTA Racing Mike Conway ha concluso la gara al sesto posto, con il team che scende al secondo posto nel campionato mondiale costruttori dietro ad Audi, con 16 punti di distacco a metà stagione.

/
La pioggia interrompe la gara


L'inizio della corsa non avrebbe potuto essere migliore per il team, con entrambe le TS040 HYBRID 1.000 PS quattro ruote motrici in testa al gruppo. Buemi si è portato in notevole vantaggio dalla pole position e Wurz ha portato la numero 7 al secondo posto dal quinto della griglia di partenza.

Dopo circa un'ora, entrambe le vetture hanno cambiato il pilota e Lapierre e Conway hanno iniziato a dettare i tempi al volante. Poi le condizioni metereologiche sono cambiate: sulla gara si è abbattuto un forte temporale che ha reso difficoltosa la guida per i piloti entrambi su pneumatici slick, provocando aquaplaning con conseguente fuori pista. La vettura numero 8 è rimasta bloccata nella ghiaia.

A diverse auto è toccato lo stesso destino e a quel punto la direzione di gara ha esposto la bandiera rossa che decretava la sospensione temporanea della corsa per motivi di sicurezza.

/
La rimonta


Nei momenti convulsi che hanno preceduto l'interruzione, entrambe le TOYOTA Racing hanno perso un giro e, dopo quasi un'ora di stop, la gara è ripresa. Lapierre, con gli pneumatici intermedi ibridi, è ripartito determinato a tornare a combattere per il podio.

Al calar della notte si sono stabilizzate le posizioni e sono iniziati i pit stop. Davidson sulla 8 continuava ad accorciare le distanze sul terzo posto mentre Sarrazin lottava in sesta posizione. Entrambe le vetture sfruttavano la tenuta dei nuovi pneumatici slick.

/

Dopo una serie di giri veloci, tra cui il giro più veloce della gara, Buemi sulla 8 ha tagliato il traguardo con un buon terzo posto, mentre Wurz ha concluso con un altrettanto dignitoso sesto posto.

Le riflessioni di Anthony Davidson su una gara difficile: "Se analizziamo gli aspetti positivi, e non possiamo fare altrimenti quando le cose non vanno nel verso giusto, possiamo affermare che la nostra vettura era la più veloce. Avremmo dovuto vincere, ovvio. Non ci resta che guardare avanti e vincere il maggior numero di gare possibile."

/

TOYOTA Racing tenterà di tornare alla vittoria in occasione della gara che svolgerà in casa il 12 ottobre: la 6 Ore di Fuji. Il team è diretto in Giappone con l'obiettivo di aggiudicarsi la terza vittoria consecutiva su questo tracciato storico.

La nostra e-privacy policy

Questo sito utilizza cookies di profilazione (propri e di soggetti terzi) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le Sue preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete.
Continuando a navigare o accedendo ad un qualunque elemento del sito, Lei accetterà l’uso e la ricezione dei cookies nel rispetto di quanto stabilito nell’ Informativa estesa.
La modifica delle impostazioni dei cookies e la possibilità di negare il consenso al loro utilizzo potranno essere effettuate utilizzando il link di cui sopra o accedendo alla sezione "E-Privacy" in fondo alla pagina.