Configura la tua Toyota Richiedi un preventivo Visualizza brochure e listini Simula il tuo finanziamento Trova un concessionario

Doppio successo per Toyota Racing a Fuji

Quinta prova del Campionato Mondiale Endurance

Con lo spettacolare monte Fuji a fare da sfondo, TOYOTA Racing ha mantenuto imbattuto il suo record durante questa sfida in casa, aggiudicandosi il primo e il secondo posto nella 6 ore del Fuji, quinta prova del Campionato Mondiale Endurance.

A Fuji il team ha potuto ammirare lo splendido panorama dal gradino più alto del podio. Infatti i piloti della HYBRID TS040 N. 8, Anthony Davidson e Sébastien Buemi, si sono guadagnati la terza vittoria consecutiva in casa, portando il loro vantaggio nella classifica dei piloti del Mondiale a 29 punti.

È stata una giornata straordinaria per il team, che ha conquistato un ottimo secondo posto con la HYBRID TS040 N. 7, vincitrice a Fuji nelle due stagioni precedenti con Alex Wurz, Stéphane Sarrazin e Kazuki Nakajima al volante.

/

A differenza della precedente prova, quando l'evento è stato rovinato da una pioggia torrenziale, questo fine settimana la gara è iniziata con tempo asciutto ma freddo. Anche se gli eventi in pista hanno scaldato subito l'atmosfera.

Il primo giro ha riservato diversi colpi di scena: infatti Buemi, al volante della N. 8, ha perso il vantaggio nelle prime curve finendo al terzo posto, ma grazie alla sua determinazione, sommata a 1.000 CV di potenza e all'aderenza di quattro ruote motrici, è riuscito a riconquistare la pole entro la fine del primo giro.

Nakajima, che ha iniziato la gara in quarta posizione, si è subito trovato al centro di una lotta serrata che lo ha portato ad avanzare rapidamente in terza posizione. Dopo il pit stop della Porsche N. 20, la N. 7 di Nakajima è passata al secondo posto e le due HYBRID TS040 hanno continuato a dominare la gara, estendendo il loro vantaggio e regalando ai fan di casa un vero spettacolo.

Alla fine di una gara lunga ma senza imprevisti, i due piloti hanno finito a soli tre secondi l'uno dall'altro, distaccando di quasi un giro il terzo classificato.

Forti di un vantaggio così netto, il team e i piloti hanno scelto una strategia prudente per quanto riguarda le gomme e nell'affrontare il traffico, al fine di portare a casa il massimo numero di punti.

/
La vittoria

Nell'ultima ora al volante della N. 7 c'era Sarrazin, mentre Davidson è rimasto al comando della N. 8, tagliando il traguardo davanti a una folla di fan giapponesi entusiasti di questo primo e secondo posto.

Con la terza vittoria della stagione, TOYOTA torna in testa alla classifica del Campionato Mondiale e regala al team un vantaggio di otto punti sulla Audi, a tre gare dalla fine.

Per quanto riguarda la classifica dei piloti, Davidson e Buemi sono in vantaggio su Nicolas Lapierre (che non ha potuto partecipare alla gara di Fuji per motivi personali) di 26 punti e hanno ben 29 punti di distacco con il team della Audi N. 2, che è terzo in classifica.

Dopo la gara, Davidson ha dichiarato con tono entusiasta: "È stato un weekend assolutamente perfetto per tutto il team TOYOTA Racing. Hanno fatto tutti un ottimo lavoro. Avevamo la macchina più forte, la strategia giusta e pit stop eccezionali."

Forte di un weekend di successi, il team può ora prepararsi per la fase più intensa e importante della stagione WEC, che inizia il 2 novembre con la 6 ore di Shanghai, prima delle gare conclusive della stagione nel Bahrain e a San Paolo.

/
La nostra e-privacy policy

Questo sito utilizza cookies di profilazione (propri e di soggetti terzi) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le Sue preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete.
Continuando a navigare o accedendo ad un qualunque elemento del sito, Lei accetterà l’uso e la ricezione dei cookies nel rispetto di quanto stabilito nell’ Informativa estesa.
La modifica delle impostazioni dei cookies e la possibilità di negare il consenso al loro utilizzo potranno essere effettuate utilizzando il link di cui sopra o accedendo alla sezione "E-Privacy" in fondo alla pagina.