Configura la tua Toyota Richiedi un preventivo Visualizza brochure e listini Simula il tuo finanziamento Trova un concessionario

La storia di Hilux

Comprendere una leggenda

Noto per la sua capacità di affrontare i terreni più accidentati – dal Polo Nord al Polo Sud al Rally Dakar – Hilux è da sempre il veicolo preferito da chi è alla ricerca di potenza e robustezza.

La sua reputazione indiscutibile si basa su oltre sette generazioni di sviluppi e collaudi nelle condizioni più difficili. Dai ghiacciai più insidiosi al cratere di un vulcano attivo, ha continuato a superare il limite dell'impossibile.

Ma per capire fino in fondo questa leggenda, è necessario tornare dove tutto ha avuto inizio...

L'inizio

I progetti originali, elaborati da Hino Motors nel 1968, si basavano sulle funzionalità delle auto, un indirizzo che venne rapidamente accantonato a favore di caratteristiche più interessanti per il settore commerciale come affidabilità, resistenza e comfort.

Il primo modello era dotato di un motore a benzina quattro cilindri da 1,5 l che raggiungeva la velocità massima di 130 km/h, aggiornato in seguito con un motore più grintoso da 1,6 l. La domanda crescente di potenza e versatilità portò nel 1979 all'introduzione del primo modello a quattro ruote motrici. Questa versione consentiva la guida fuoristrada, dagli sterrati di montagna ai sentieri fangosi.

/
/

Col passare del tempo, Hilux (sintesi di "high" e " luxury", ossia gran lusso), continuò ad adattarsi alle esigenze delle attività economiche moderne; pur essendo nato come veicolo commerciale, divenne sempre più popolare come auto di uso quotidiano per famiglie.

Nel 1983, Toyota modificò la gamma, inserendo modelli con cabina allungata, adatti alle famiglie che desideravano tutti i comfort delle auto moderne e le dotazioni di un fuoristrada tradizionale. Data la sua capienza, poteva contenere praticamente di tutto, dagli attrezzi da lavoro al necessario per una vacanza. Vennero quindi elaborati modelli sportivi più versatili, con specifiche più attinenti a un uso non commerciale, oltre a un abitacolo più alto e a un migliore isolamento acustico, che colmavano il gap tra veicoli commerciali e familiari.

/
I test di Top Gear

Ben presto, Hilux si guadagnò la reputazione di veicolo imbattibile, tanto da attirare l'attenzione di Top Gear, un programma televisivo inglese dedicato al mondo dei motori, che lo mise alla prova senza pietà. Scopo del programma era di "uccidere" uno Hilux del 1988 con 190.000 km all'attivo. Il veicolo venne sottoposto a torture di ogni genere: venne immerso in mare, preso di mira da una sfera da demolizione, colpito sul tetto da una roulotte e incendiato. Nonostante i gravi danni subiti, è sempre stato in grado di ripartire dopo brevi interventi con qualche semplice strumento.

/

A Top Gear non è bastato. Nel 2007, un modello del 2005 venne sottoposto a una prova estrema: fu il primo veicolo a motore a raggiungere il Polo Nord Magnetico. Il veicolo era stato solo leggermente modificato e dotato di pneumatici più larghi e più spessi, di un paracoppa e di altri piccoli dettagli.

Il passo dal gelo al fuoco è stato breve, tanto da portare il presentatore del programma, James May, e il suo Hilux sulla bocca di un cratere attivo in Islanda, per recuperare campioni di lava. Queste imprese non fecero che consolidare la reputazione di invincibilità di Hilux anche nelle generazioni successive.

/
/
Terreni estremi

Nel 2008, Arctic Trucks, un’azienda islandese specializzata nelle modifiche ai veicoli destinati ad affrontare ambienti ostili, ha adattato quattro Toyota Hilux utilizzati come veicoli di supporto durante la gara Amundsen Omega3 South Pole Race verso il Polo Sud.

I quattro veicoli erano dotati di tecnologie moderne, che sfruttavano il calore del motore per sciogliere la neve e garantivano la continuità di funzionamento a temperature estreme (fino a -30°C). Su terreni impossibili come crinali ghiacciati, neve fresca e con il pericolo incombente dei crepacci nascosti, gli Hilux si sono comportati meglio dei tradizionali gatti delle nevi cabinati, progettati appositamente per muoversi sulla neve.

Gli Hilux si sono dimostrati più veloci, più efficienti e hanno prodotto emissioni di anidride carbonica inferiori.

Hilux viene collaudato sistematicamente in alcuni degli ambienti più ostili e una sfida delle più ardue al mondo è senza dubbio il percorso seguito dal Rally Dakar. Questo rally, una durissima gara di resistenza fuori pista, impone ai veicoli di superare dune, gole rocciose e pozze di fango, il tutto a temperature estremamente elevate.

/

Nel 2014, solo 204 veicoli su 450 hanno completato il percorso. L'epico viaggio lungo 9.500 chilometri attraverso Argentina e Cile comprendeva 13 tappe per un totale di 5.000 chilometri. Giniel de Villiers e Dirk von Zitzewitz si sono classificati quarti nella classifica generale e primi nella classe T1.1 per veicoli fuoristrada 4x4 con motore a benzina. E Hilux occupava 6 delle prime 30 posizioni.

L'imbattibile Toyota Hilux ha girato il mondo, ha conquistato praticamente tutto quello che poteva sul suo cammino e sette generazioni dopo ha ridefinito il nostro modo di viaggiare. Creato per sopportare il calore più intenso, il freddo più tagliente e persino le attenzioni di una sfera da demolizione, ha dimostrato di essere ben più di un veicolo per l'uso quotidiano e si appresta a fare spazio a molte nuove generazioni.

La nostra e-privacy policy

Questo sito utilizza cookies di profilazione (propri e di soggetti terzi) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le Sue preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete.
Continuando a navigare o accedendo ad un qualunque elemento del sito, Lei accetterà l’uso e la ricezione dei cookies nel rispetto di quanto stabilito nell’ Informativa estesa.
La modifica delle impostazioni dei cookies e la possibilità di negare il consenso al loro utilizzo potranno essere effettuate utilizzando il link di cui sopra o accedendo alla sezione "E-Privacy" in fondo alla pagina.