Un milione di veicoli hybrid Toyota e Lexus venduti in Europa

Lo scorso 11 novembre un autista tedesco è diventato il milionesimo cliente di una Toyota Hybrid.

L’Europa è il mercato in cui le vendite Hybrid stanno crescendo più rapidamente e ad oggi superano un milione di unità. Solo nel 2015 le vendite dei veicoli Hybrid Toyota in Europa supereranno le 200.000 unità.

Questo è solo l’ultimo record, in termini di tempo, nella storia delle vendite Hybrid. Ad agosto, infatti, Toyota Motor Corporation aveva annunciato che, dal lancio della prima Prius nel 1997, le vendite a livello globale dei veicoli Hybrid Toyota e Lexus avevano superato gli 8 milioni. Queste vendite hanno già contribuito alla riduzione di oltre 58 milioni di tonnellate di CO2 in termini di emissioni.

Gli obiettivi per il futuro di Toyota e Lexus, in termini di salvaguardia e rispetto dell’ambiente, mirano a considerare – entro il 2020 - l’ibrido sempre più centrale nella politica e filosofia aziendali e nella vita delle persone, con l’intenzione di raggiungere i 15 milioni di vetture Hybrid a livello globale. Le sfide, naturalmente, non si fermano a questo.

Per il 2050, le linee guida Toyota puntano a ridurre la media globale delle emissioni di anidride carbonica del 90%, rispetto alla media Toyota del 2010, ad azzerare le emissioni di CO2 che derivano dal ciclo di vita della vettura e a raggiungere impianti di produzione a zero emissioni.
Sono sfide decisive che devono portare a un punto di svolta: la salvaguardia e il miglioramento dell’intero pianeta.

Le vendite Hybrid rappresentano il 23% del totale delle vendite di Toyota Motor Europe che, attualmente, ha nella gamma europea ben 14 modelli Full Hybrid: Prius, Prius+, Prius Plug-in, Yaris Hybrid, Auris Hybrid, Auris Hybrid Touring Sports, Camry Hybrid, CT Hybrid, IS Hybrid, NX Hybrid, GS Hybrid, RX Hybrid ed LS Hybrid.

In Italia la mix Hybrid Toyota e Lexus raggiunge il 35% con ben 11 modelli in gamma.

Toyota produce nei suoi stabilimenti in Europa Yaris Hybrid, Auris Hybrid ed Auris Hybrid Touring Sports. I veicoli Hybrid hanno rappresentato circa il 20% della produzione totale in Europa nel 2014, due terzi dei veicoli Hybrid venduti in Europa sono anche prodotti in Europa.

Toyota ha “democratizzato” l’ibrido e continuerà a farlo introducendo nuovi modelli Hybrid, come il nuovo RAV4 Hybrid a gennaio 2016. Il concept C-HR presentato lo scorso settembre al Salone di Francoforte è pronto per la produzione e sarà anch’esso dotato di una trasmissione Hybrid. Toyota può vantare la più ampia gamma di veicoli Hybrid al mondo e si pone come obiettivo quello di introdurre un modello Hybrid in ogni segmento entro il 2020.


Storia dei veicoli Hybrid Toyota e Lexus
Anno Mese Milestone
1997 Dicembre Lancio di Prius
2007 IMaggio Le vendite Hybrid globali raggiungono 1 milione di unità
2009 Agosto Le vendite Hybrid globali raggiungono 2 milioni di unità
2010 Giugno Inizia la produzione di Auris Hybrid nello stabilimento di TMUK Burnaston, UK
2011 Febbraio Le vendite Hybrid globali raggiungono 3 milioni
2011 Agosto Le vendite di Prius in Giappone raggiungono 1 milione di unità
2012 Aprile Le vendite Hybrid globali raggiungono 4 milioni di unità
2012 Maggio Inizia la produzione di Yaris Hybrid nello stabilimento di TMMF a Valenciennes, Francia
2013 Marzo Le vendite Hybrid globali raggiungono 5 milioni di unità
2013 Dicembre Le vendite Hybrid globali raggiungono 6 milioni di unità
2014 Settembre Le vendite Hybrid globali raggiungono 7 milioni di unità
2015 Luglio Le vendite Hybrid globali raggiungono 8 milioni di unità
2015 Ottobre 1 milione di veicoli Hybrid venduti in Europa
2015 Ottobre Toyota Yaris Hybrid: 200.000 unità prodotte a Valenciennes, Francia
La nostra e-privacy policy

Questo sito utilizza cookies di profilazione (propri e di soggetti terzi) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le Sue preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete.
Continuando a navigare o accedendo ad un qualunque elemento del sito, Lei accetterà l’uso e la ricezione dei cookies nel rispetto di quanto stabilito nell’ Informativa estesa.
La modifica delle impostazioni dei cookies e la possibilità di negare il consenso al loro utilizzo potranno essere effettuate utilizzando il link di cui sopra o accedendo alla sezione "E-Privacy" in fondo alla pagina.