Toyota Mirai

L'auto a idrogeno che cambierà il mondo.

Mirai – termine giapponese che significa "futuro" – segna l'inizio di una nuova era nel mondo dell’auto.

Grazie all’utilizzo dell’idrogeno, questa vettura è in grado di ottenere performance senza precedenti in termini di rispetto per l’ambiente, abbinate alla comodità, al design distintivo e al piacere di guida che ci si aspetta da un’auto di ultima generazione.
 
Mirai è già in vendita da dicembre 2014 in Giappone. Sarà in vendita in Europa a partire da settembre 2015 in Danimarca, Germania e Gran Bretagna. Al momento non verrà commercializzata in Italia.

Una rivoluzione tecnologica

Mirai sfrutta il Toyota Fuel Cell System (TFCS), un sistema che abbina la tecnologia delle celle a combustibile alla tecnologia Hybrid e include un nuovo pacco celle (Toyota FC Stack), il convertitore di potenza e nuovi serbatoi di idrogeno ad alta pressione, prodotti da Toyota.

Come funziona

Il TFCS consente di risparmiare più energia e risulta molto più efficiente rispetto ai tradizionali motori a combustione interna e non produce né CO2 né agenti inquinanti. I clienti potranno così apprezzare gli stessi livelli di comodità offerti dalle vetture tradizionali, con una straordinaria autonomia di guida e tempi di rifornimento di circa tre minuti.
 
Il sistema utilizza componenti sviluppate da Toyota come l'FC Stack, il convertitore di potenza FC e serbatoi per l'idrogeno ad alta pressione.

/
Che cosa offre

Il nuovo pacco celle assicura una potenza massima di 114 kW (155 cavalli) oltre a un'eccellente densità di potenza di 3,1 kW/L (2,2 volte più elevata del precedente modello Toyota FCHV-adv limited-lease).
 
Il nuovo convertitore di potenza è stato realizzato per incrementare la tensione generata dal pacco celle fino a 650 volt. Incrementando la tensione, il nuovo convertitore ha consentito la riduzione delle dimensioni del motore e del numero di celle, abbattendo allo stesso tempo i costi del sistema e migliorando la performance della vettura.

Stabilità e silenziosità superiori

L’elevata potenza del pacco celle e il controllo ottimale della batteria forniscono energia al motore elettrico assicurando una grande reattività a qualsiasi velocità della vettura. Questo consente un incremento immediato dei livelli di coppia al minimo comando proveniente dall’acceleratore, offrendo così progressione di marcia consistente e lineare allo stesso tempo.
 
La maneggevolezza e il comfort di guida sono stati incrementati grazie al posizionamento di diversi componenti principali (come il pacco celle e i serbatoi) in posizione centrale sotto il pianale, in maniera tale da abbassare il baricentro della vettura e offrire un’ottimale distribuzione dei pesi tra la parte anteriore e quella posteriore, oltre ovviamente all’adozione di una scocca che assicura la massima rigidità attorno alla sospensione posteriore.

Il rivestimento inferiore del pianale e la forma aerodinamica delle luci aiutano a ridurre la resistenza al vento e a migliorare i consumi e la stabilità della vettura. Le alette stabilizzatrici posizionate sui lati dei gruppi ottici posteriori aiutano a migliorare ulteriormente l’aderenza in rettilineo.
 
L’eccezionale silenziosità della vettura deriva dal funzionamento del motore elettrico a qualsiasi velocità e dalla riduzione dei fruscii dovuti alla marcia della vettura, oltre che dalla sigillatura assoluta tra i diversi componenti della scocca, tra cui il cristallo del parabrezza e quelli laterali, e dall’impiego di materiali isolanti all’interno dell’abitacolo.
 
La modalità “Bs” (Brake Support) sfrutta in maniera efficace la frenata rigenerativa migliorando la performance del sistema frenante quando il guidatore decide di ridurre notevolmente la velocità della vettura, ad esempio in caso di lunghi tratti di strada in discesa.

Un futuro a idrogeno

L'esigenza di un'alternativa ai carburanti fossili è evidente e reale e Toyota ritiene che la risposta al problema sia l'idrogeno, la risorsa più abbondante nell'universo. Si trova pressoché ovunque, dall'acqua alle piante. La sua potenza è già utilizzata per fornire energia ad abitazioni ed edifici. E ora è pronto per alimentare l'industria automobilistica.

Una reazione chimica

Quando viene pompato nella Mirai, l'idrogeno raggiunge i serbatoi con fibra di carbonio, dove viene immagazzinato. Con la vettura in movimento, le griglie di aerazione anteriori conducono l'aria dall'esterno fino allo stack di celle a combustibile, dove viene raggiunta dall'idrogeno proveniente dai serbatoi. Qui, ogni elemento va incontro a una reazione chimica che genera l'elettricità che alimenta il veicolo. Quando si preme l'acceleratore, l'elettricità viene inviata dallo stack di celle a combustibile al motore e l'unico prodotto di scarto di questo processo è l'acqua, che viene scaricata dal tubo di scappamento.
 
La nuova Mirai, dunque, lascia il segno senza lasciare alcuna traccia.

/

Mirai è stata introdotta in alcuni mercati europei (Regno Unito, Germania e Danimarca) a partire da settembre 2015.
 
Il futuro è qui, e si chiama Mirai...

Galleria immagini
 
La nostra e-privacy policy

Questo sito utilizza cookies di profilazione (propri e di soggetti terzi) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le Sue preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete.
Continuando a navigare o accedendo ad un qualunque elemento del sito, Lei accetterà l’uso e la ricezione dei cookies nel rispetto di quanto stabilito nell’ Informativa estesa.
La modifica delle impostazioni dei cookies e la possibilità di negare il consenso al loro utilizzo potranno essere effettuate utilizzando il link di cui sopra o accedendo alla sezione "E-Privacy" in fondo alla pagina.