Toyota Gazoo Racing: risultati della 6h di Spa-Francorchamps

Ottime indicazioni e significativi miglioramenti in vista della 24 ore di Le Mans.

Il Toyota Gazoo Racing ha visto sfumare una probabile vittoria nella seconda tappa del Campionato Mondiale FIA Endurance (WEC), a causa dei problemi meccanici che hanno pregiudicato le prestazioni delle due vetture sul circuito belga di Spa-Francorchamps.

La Totota, che ha iniziato la gara come leader della classifica costruttori, ha condotto le prime quattro ore di gara e sembrava destinata ad aggiudicarsi la 6 Ore di Spa-Francorchamps, prima che alcuni problemi tecnici sulle due TS050 Hybrid le escludessero dalla lotta per il podio.

La vettura n.° 5 di Anthony Davidson, Sébastien Buemi e Kazuki Nakajima ha terminato la gara in 26ma posizione, riuscendo comunque ad aggiudicarsi 12 punti valevoli per il Campionato Costruttori. La n.° 6 di Stéphane Sarrazin, Mike Conway e Kamui Kobayashi è stata invece costretta al ritiro.

Prima che si presentassero i problemi meccanici, le due TS050 Hybrid erano riuscite a dimostrare un notevole miglioramento della performance rispetto alla scorsa gara, con la n.° 5 capace di registrare un vantaggio di oltre un minuto e la n.° 6 in terza posizione a causa di una sosta ai box dovuta al contatto con una vettura doppiata.

Si è trattato comunque di un week end molto importante per verificare la validità degli interventi effettuati sulle vetture.

La prossima gara sarà la celeberrima 24 Ore di Le Mans del 18 giugno, quando 250.000 spettatori faranno da cornice all’84ma edizione del più famoso evento Endurance al mondo. Il test day ufficiale si terrà invece il 5 giugno sul Circuit de la Sarthe.

Toshio Sato, Presidente del Team: “Abbiamo visto segnali positivi in termini di performance che rendono questo risultato ancora più difficile da digerire. Il miglioramento rispetto a Silverstone è stato evidente e per questo ringrazio gli sforzi dei team di Colonia e di Higashi-Fuji. Abbiamo registrato giri importanti e siamo riusciti a comandare la gara fino al termine delle prime quattro ore, per poi soffrire il danneggiamento dei due motori. Dobbiamo capire in fretta cosa sia successo e prendere le giuste contromisure in vista di Le Mans.”

La nostra e-privacy policy

Questo sito utilizza cookies di profilazione (propri e di soggetti terzi) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le Sue preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete.
Continuando a navigare o accedendo ad un qualunque elemento del sito, Lei accetterà l’uso e la ricezione dei cookies nel rispetto di quanto stabilito nell’ Informativa estesa.
La modifica delle impostazioni dei cookies e la possibilità di negare il consenso al loro utilizzo potranno essere effettuate utilizzando il link di cui sopra o accedendo alla sezione "E-Privacy" in fondo alla pagina.