Dakar 2017: tre Hilux nella Top Ten

Nani Roma in quarta posizione, seguito da Giniel de Villiers in quinta.

La Dakar 2017 si è chiusa nella capitale argentina di Buenos Aires, dopo 12 massacranti ed avvincenti tappe della più dura competizione motoristica mondiale. Tredici giorni tra Paraguay, Bolivia ed Argentina che hanno visto tre Toyota Hilux classificarsi nelle prime 10 posizioni.

Nani Roma ed il suo navigatore Alex Bravo (#305) hanno terminato in quarta posizione, seguiti da Giniel de Villiers e Dirk von Zitzewitz (#302) in quinta, mentre i Conrad Rautenbach ed il suo navigatore Rob Howie (#320), alla loro prima esperienza in Dakar, hanno chiuso al nono posto.

La Dakar 2017 ha visto trionfare Stephane Peterhansel, che ha portato a casa la 13 vittoria di cui 6 in moto e 7 in auto. Il suo compagno di squadra e campione WRC, Sebastien Loeb si è classificato secondo mentre il terzo posto è andato sempre ad una Peugeot guidata da Cyril Despres.

Purtroppo il ritiro prematuro del pilota di punta Nasser Al-Attiyah e del suo navigatore Mathieu Baumel, ha minato le possibilità di vittoria per il Toyota Gazoo Racing, che è stato costretto a continuare la competizione a ranghi ridotti.

“La Dakar 2017 sarà ricordata a lungo per molti motivi,” ha dichiarato il Toyota Gazoo Racing SA Team Principal, Glyn Hall, “Le condizioni climatiche estreme hanno sicuramente giocato un ruolo fondamentale, con tappe cancellate e modifiche del tracciato che hanno ridotto significativamente la distanza complessiva e le possibilità di recupero. Siamo un po’ dispiaciuti per il risultato complessivo, ma questa è la Dakar, ed è normale che queste cose possano accadere”

Ad ogni modo il bilancio complessivo non è stato affatto disastroso se si considera che, oltre ai tre Toyota Hilux nella top ten, sono stati 24 gli altri Hilux che hanno completato la gara. Più di ogni altro costruttore.

Ottimi risultati sono arrivati anche dalle vittorie di categoria. Nel T2.2 per veicoli diesel modificati, due Toyota Land Cruiser 200 GX si sono classificati al primo e secondo posto. Gli equipaggi a bordo di due Hino hanno anch’essi dimostrato il loro valore posizionandosi in prima e seconda posizione nella classe T4.2 per camion modificati.




17/01/2017

La nostra e-privacy policy

Questo sito utilizza cookies di profilazione (propri e di terzi).
Continuando a navigare o accedendo ad altro elemento del sito, Lei accetta l’uso e la ricezione dei cookies come stabilito nell’Informativa estesa.
Qualora Lei acconsenta al trattamento dei dati personali per finalità di marketing, i cookies potranno essere utilizzati per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione.
La modifica delle impostazioni dei cookies e la revoca del consenso al loro utilizzo possono essere effettuate secondo le modalità indicate nella sezione "E-Privacy".