WEC 2017: vittoria alla 6 ore di Silverstone

Toyota Gazoo Racing si aggiudica la prima gara del FIA World Endurance Championship 2017.

In una gara caratterizzata da frequenti scrosci di pioggia, la vettura TS050 Hybrid numero 8 di Sébastien Buemi, Anthony Davidson e Kazuki Nakajima è riuscita ad imporsi negli ultimi 15 minuti di gara, davanti ad oltre 50.000 spettatori.

Come da tradizione, l'equipaggio numero 8 si è aggiudicato anche il classico Royal Automobile Club International Tourist Trophy, assegnato per la prima volta nel 1905 e vinto da leggende come Tazio Nuvolari, Graham Hill e Stirling Moss.

La TS050 Hybrid numero 7 di Mike Conway, Kamui Kobayashi e José María López ha segnato il giro più veloce della gara, ma ha perso più di un ora a causa di un incidente che la ha costretta ai box, facendola chiudere in 23esima posizione.

Sebbene la gara fosse cominciata all'asciutto, guidata delle due vetture Toyota, dopo soli 45 minuti un acquazzone ha cambiato radicalmente le condizioni di gara, seguito poi da una leggera pioggia intermittente.

A pochi minuti dal secondo pit stop, la vettura numero 7 ha avuto un problema all'anti-roll bar, che ha creato difficoltà di manovrabilità, portando Kamui a perdere terreno fino alla quarta posizione.

Anthony, intanto, a bordo dell'altra vettura, ha cominciato una avvincente battaglia con la Porsche numero 2, mentre guidava la gara. Allo scadere delle due ore, però, il meteo è nuovamente peggiorato proiettando un nuovo scenario sulla gara.

Entrambe le vetture Totota hanno mantenuto le gomme slick, a differenza di Porsche che ha scelto le gomme intermedie. Kamui ha così perso tempo finendo anche nella ghiaia, quando la pioggia ha cominciato a cadere in maniera consistente. Intanto Antony, sulla TS050 Hybrid numero 8, scivolava in seconda posizione.

WEC 2017: vittoria alla 6 ore di Silverstone


Al migliorare delle condizioni, però, Porsche è stata costretta ad un nuovo cambio gomme per rimontare le slick, riportando Davidson in prima posizione. Un nuovo scroscio di pioggia a metà gara, costringeva Lopez all'errore che faceva schiantare la sua vettura contro le barriere in curva creando ingenti danni all'auto.

Fortunatamente il pilota è riuscito a riportare l'auto ai box, dove il team dei meccanici ha compiuto un miracolo in 66 minuti, permettendo alla TS050 Hybrid numero 7 di rientrare in pista con Mike Conway.

L'incidente ha costretto l'ingresso della safety car, riavvicinando le vetture di testa e riaccendendo la battaglia per la prima posizione.

Quando la Porsche numero 2 è rientrata dal proprio pit stop, a 30 minuti dalla fine, aveva una vantaggio di 8 secondi su Sébastien, che ha tenuto giù il gas ed inanellato una serie impressionante di giri veloci che gli hanno permesso di annullare il distacco dal primo e di sorpassarlo con una manovra audace e perfetta. Buemi ha così tagliato il traguardo in testa, con oltre 6 secondi di vantaggio.

Il team si prepara adesso per la seconda gara della stagione, la 6 ore di Spa-Francorchamps in Belgio, dove farà il suo debutto la terza vettura del team Toyota Gazoo Racing, la numero 9, con al volante Stéphane Sarrazin, Yuji Kunimoto e Nicolas Lapierre.

Risultati 6h di Silverstone


1. #8 TOYOTA GAZOO Racing 197 giri
2. #2 Porsche (Bernhard/Bamber/Hartley) +6.173sec
3. #1 Porsche (Jani/Lotterer/Tandy) +46.956sec
4. #38 DC Racing (Tung/Jarvis/Laurent) +13 giri
5. #31 Rebellion (Canal/Prost/Senna) +13 giri
6. #28 TDS (Perrodo/Vaxiviere/Collard) +14 giri
23. #7 TOYOTA GAZOO Racing +38 giri




18/04/2017

La nostra e-privacy policy

Questo sito utilizza cookies di profilazione (propri e di terzi).
Continuando a navigare o accedendo ad altro elemento del sito, Lei accetta l’uso e la ricezione dei cookies come stabilito nell’Informativa estesa.
Qualora Lei acconsenta al trattamento dei dati personali per finalità di marketing, i cookies potranno essere utilizzati per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione.
La modifica delle impostazioni dei cookies e la revoca del consenso al loro utilizzo possono essere effettuate secondo le modalità indicate nella sezione "E-Privacy".