Toyota inizia produzione europea dei moduli di celle a combustibile di 2a generazione

I moduli saranno più leggeri e compatti e progettati in 2 diversi formati.

Toyota è impegnata nel migliorare la tecnologia dell'idrogeno, andando oltre le automobili, con l'obiettivo di ridurre la CO2 e raggiungere la neutralità carbonica.

Toyota punta ad una società a zero emissioni carboniche. Per il raggiungimento di questi obiettivi l'azienda sta sviluppando molteplici tecnologie elettrificate, tra cui l'idrogeno, che vede come una delle opzioni chiave nella riduzione di CO2. L'impegno di Toyota sull'idrogeno va ben oltre le autovetture e sta rendendo disponibile la sua tecnologia a celle a combustibile attraverso moduli di facile utilizzo per le applicazioni dei propri partner.

Moduli di celle a combustibile di seconda generazione

Per facilitare l’espansione della sua tecnologia ad idrogeno, dalle automobili a differenti utilizzi, il sistema di celle a combustibile della Toyota Mirai è stato riprogettato in moduli più compatti. A partire da gennaio 2022, Toyota inizierà la produzione dei nuovi moduli, basati sul suo sistema avanzato di celle a combustibile di seconda generazione. Il nuovo sistema, dai moduli più compatti e leggeri, fornisce anche una maggiore densità di potenza. I moduli sono disponibili in due forme, una cubica e una piatta e rettangolare, per consentire una maggiore flessibilità e un adattamento più facile per una varietà di applicazioni.

Produzione europea

Toyota ha iniziato lo sviluppo delle celle a combustibile nel 1992 e ha continuato a perfezionare la sua tecnologia alimentata a idrogeno. I nuovi moduli di seconda generazione di celle a combustibile saranno assemblati anche dal team di produzione in Europa, presso l'impianto di ricerca e sviluppo di Toyota Motor Europe (TME), a Zaventem, Bruxelles. A partire da gennaio 2022, il nuovo impianto ospiterà una linea di montaggio pilota che combina contenuti tecnologici avanzati con un assemblaggio di alta qualità.

Toyota ha deciso di realizzare i suoi moduli di seconda generazione in Europa data la domanda crescere in tutto il continente. In collaborazione con gli imprenditori interessati a utilizzare la tecnologia Toyota nelle proprie applicazioni, la Fuel Cell Business Unit di TME offrirà il supporto ingegneristico necessario per l'integrazione. Questa vicinanza ai partner e la capacità di monitorare da vicino le opportunità di business emergenti permetterà a Toyota di aumentare rapidamente la fornitura.

Clusters di Idrogeno

L'espansione di un'economia europea dell'idrogeno sarà un elemento chiave per raggiungere l'obiettivo del Green Deal di azzerare entro il 2050 le emissioni colpevoli del riscaldamento globale. L'UE ha affermato che per affrontare questa sfida, l'industria avrà bisogno di "pionieri del clima e delle risorse" per sviluppare le prime applicazioni commerciali di tecnologie innovative in settori industriali specifici entro il 2030.

L'emergere di gruppi dell'idrogeno in Europa vede diversi settori unire e condividere le proprie competenze, tecnologie e applicazioni - come camion, autobus, flotte di taxi e infrastrutture a idrogeno, per creare valide opportunità di business, permettendo loro di prosperare e diventare il centro di attività su larga scala.

Oltre ad implementare soluzioni tecnologiche ad idrogeno per una vasta gamma di applicazioni, Toyota continua a supportare la creazione di una società dell’idrogeno, un'"oasi vivente", dove domanda e offerta si incontrano per crescere ulteriormente.


02/12/2021