Toyota Fleet Mobility Italia diventa KINTO Italia

Raggruppati tutti i servizi di mobilità KINTO sotto un unico gruppo.

Dal 1° aprile Toyota Fleet Mobility, la società del Gruppo Toyota dedicata ai servizi di mobilità, è diventata KINTO Italia. La società è guidata da Mauro Caruccio, già CEO di Toyota Financial Services Italia e Chairman e CEO di Toyota Fleet Mobility Italia.

Dopo il lancio del brand di mobilità KINTO1 ad inizio 2020, la nuova KINTO Italia rappresenta un ulteriore passo nel percorso di evoluzione del Gruppo Toyota in Mobility Company e testimonia il suo impegno nel soddisfare le moderne esigenze di mobilità del cliente attraverso una vasta gamma di servizi di mobilità. Il suo obiettivo è infatti quello di garantire la migliore esperienza di mobilità, ispirata a principi di inclusività, affidabilità e sostenibilità, per assicurare libertà di movimento per tutti.

"Siamo davvero orgogliosi di raccogliere questa nuova e importante sfida a favore della diffusione di una mobilità sempre più sostenibile - dichiara Mauro Caruccio, CEO Toyota Financial Services Italia e Chairman e CEO KINTO Italia. KINTO Italia raggrupperà tutti i servizi di mobilità KINTO per sviluppare ulteriormente il potenziale della mobilità sostenibile e accessibile per tutti attraverso soluzioni di mobilità sempre più avanzate e rispettose dell’ambiente".

In Italia il servizio prevede cinque soluzioni di mobilità finalizzate a coprire tutte le esigenze dell’utente, dal possesso prolungato all’utilizzo temporaneo dei veicoli:

  • KINTO One: è il servizio di noleggio di lungo termine all-inclusive di veicoli elettrificati (con tutte le opzioni: Full Hybrid, Plug in Hybrid, elettrico puro, Fuel Cell a idrogeno) e connessi della gamma Toyota e Lexus, da oggi ancora più ampia grazie all’introduzione dei veicoli commerciali elettrici. La stretta relazione con la rete Toyota e Lexus permette di garantire al cliente un’esperienza di mobilità unica e sicura, grazie all’esperienza ventennale nell’assistenza dei veicoli elettrificati.
  • KINTO Share: offre un'ampia gamma di servizi di car sharing, rivolta ad aziende, clienti pubblici e privati. In Italia, il servizio è presente dal 2018 a Venezia e dalla sua attivazione ha registrato oltre 4.000 iscritti (privati e corporate) e raggiunto un traguardo di circa 21.000 noleggi, con 785.000 chilometri percorsi per circa il 48% del tempo a zero emissioni, portando ad un risparmio di ben 25 tonnellate di CO2. Il servizio KINTO Share è in forte espansione sul territorio nazionale. È ora disponibile anche in Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna nelle province di Milano, Pavia, Varese, Novara, Bologna e Cesena con la formula “Station Based”: le vetture sono prenotabili attraverso l’App dedicata e sono disponibili presso le concessionarie Toyota e Lexus.
  • KINTO Join: un servizio di car-pooling aziendale grazie al quale i dipendenti possono condividere i viaggi casa-lavoro giornalieri. Esso fornisce diversi vantaggi sia per gli utenti sia per le aziende, che possono in questo modo ridurre le emissioni complessive legate allo spostamento dei propri dipendenti. Il servizio è già disponibile in Italia, dopo l’esordio di successo in Inghilterra e Germania.
  • KINTO Flex: non ancora introdotto sul mercato italiano e attualmente in fase di pilotaggio, KINTO Flex si propone di offrire un servizio di noleggio in abbonamento in cui il cliente può usufruire di diversi modelli della gamma e cambiare vettura quando lo desidera a secondo delle sue esigenze.
  • KINTO Go l’app multimodale: una app in grado di coprire, con un singolo account, i diversi aspetti di un viaggio “multi-modale. L’app, sviluppata in Italia, è stata rilasciata sugli store il 31 marzo 2020 offrendo servizi in più di 5000 città e coprendo il 70% del territorio nazionale. Ad oggi, oltre 55.000 persone hanno scaricato l’APP ed hanno iniziato ad utilizzare i servizi offerti.

Il cambio di denominazione coincide con il lancio di KINTO Europe, società dedicata ai servizi e prodotti per la mobilità a marchio KINTO, con sede a Colonia (Germania), i cui azionisti sono Toyota Financial Services Corporation (TFSC), Japan (51%) e Toyota Motor Europe (TME) (49%). La nuova società è guidata da Tom Fux in qualità di CEO.

Attraverso KINTO il Gruppo Toyota renderà completa la propria offerta, aggiungendo servizi di mobilità nuovi e innovativi al più tradizionale business di produzione e vendita di automobili e garantendo un’esperienza memorabile per il cliente.

La Rete dei Concessionari Toyota europei continuerà a svolgere un ruolo cruciale in questa evoluzione. L’ambizione del Gruppo è infatti quella di estendere la propria partnership con i Concessionari, per trasformarli in fornitori di servizi di mobilità, facendo leva sulla forza della consolidata relazione commerciale con essi.

KINTO consentirà loro di andare oltre le tradizionali attività di vendita e assistenza dei veicoli, per proporre nuovi servizi di mobilità gestite dalle proprie sedi o presso luoghi diversi, che offrano ai clienti l'accesso al veicolo desiderato, nel momento in cui ne hanno bisogno e per il tempo che necessitano.

Tom Fux, CEO di KINTO Europe: “La nostra ambizione è quella di diventare il fornitore di mobilità scelto da tutte le tipologie di cliente. Non esiste una roadmap definita per ciò che stiamo proponendo. Stiamo formulando una strategia di lungo periodo basata sui punti di forza e sulle nostre unicità, differenziandoci dagli altri operatori del settore. KINTO, infatti, racchiude in un unico marchio una gamma veramente diversificata di servizi di mobilità, dal noleggio a lungo termine o in abbonamento, al car sharing, al car-pooling e oltre”.

In Europa, KINTO è già attivo in nove paesi: Germania, Italia, Francia, Spagna, Regno Unito, Danimarca, Svezia, Norvegia, Portogallo, con una continua espansione in altre località.

Per consolidare la presenza di KINTO e implementare livelli appropriati di servizi di mobilità diffusi, anche a livello europeo, organizzazioni KINTO dedicate sono state istituite o sono in corso di costituzione: KINTO España S.L. (Spagna), KINTO Italia SpA (Italia), KINTO Deutschland GmbH (Germania) e KINTO France SAS (Francia). KINTO UK è stata introdotta già dalla metà dell’anno scorso, dopo l’acquisizione dell’azienda Inchcape Fleet Solutions (IFS).


1. KINTO – come ‘Kintoun’. Il marchio di mobilità KINTO è stato introdotto come marchio distinto e dedicato per connettersi e interagire con un target di clienti più giovane e più ampio. Il suo nome deriva dalla parola giapponese Kintoun o Nuvola volante, una nuvola che, a richiesta, trasporta un famoso personaggio dei cartoni animati Giapponese. Proprio come Kintoun, KINTO vuole essere disponibile ogni volta che un cliente cerca un modo semplice e intelligente per spostarsi, sempre e ovunque.


06/04/2021