Toyota Gazoo Racing: podio alla 1000 miglia di Sebring

Gara movimentata e frustrante, terminata in anticipo a causa di un temporale.

Il record del 100% di vittorie della GR010 HYBRID Hypercar è terminato all'inizio della sua seconda stagione.

Sébastien Buemi, Brendon Hartley e Ryo Hirakawa hanno iniziato la stagione con un podio – conquistando il secondo posto - dopo una valorosa battaglia sulla loro GR010 HYBRID #8 in una gara vinta da Alpine.

D’altra parte, i campioni del mondo Mike Conway, Kamui Kobayashi e José María López non hanno visto la bandiera a scacchi a causa di un incidente poco prima di metà gara. Ciò ha messo fuori gara la GR010 HYBRID la #7, che non è giunta al traguardo per la prima volta da Le Mans 2017.

Una difficile sessione di qualifiche ha lasciato le GR010 HYBRID in una posizione in griglia di partenza a cui non si era abituati, con Sébastien partito quarto e Kamui settimo. Nel giro di quattro giri tuttavia Sébastien è salito al terzo posto con Kamui appena dietro al quarto, unendosi a una battaglia tutta Hypercar per il podio.

Al momento di effettuare i primi pit-stop poco prima dell'ora di gara, le due GR010 HYBRID hanno potuto sorpassare la Glickenhaus. Sébastien, secondo in classifica, guidava quindi l'inseguimento all’Alpine, seguito da Kamui sulla #7.

Quando la gara è entrata nella sua quarta ora, José aveva colmato il divario su Brendon e, al giro 104, lo ha superato per passare al secondo posto. Ma di fronte a un deficit di Balance of Performance rispetto alla concorrenza, nessuna delle due GR010 HYBRID ha avuto la possibilità di lottare per il comando.

A metà della quarta ora, l’andamento della gara è cambiato radicalmente. José si è scontrato con una vettura GT doppiata ed è entrato in contatto con la barriera di pneumatici. Ha tentato di riportare l'auto danneggiata ai box, ma ha urtato ulteriormente contro un’altra barriera poche curve dopo, anche se per fortuna è uscito dall’auto illeso.

Di conseguenza, la gara è stata sospesa per 34 minuti, il che si è rivelato un tempismo sfortunato per la vettura #8. Brendon ha dovuto effettuare un pit-stop di emergenza durante il riavvio della safety car prima di un pit stop completo non appena le corse sono riprese un giro dopo. Ryo ha preso il comando della vettura #8 per il suo debutto in gara nel WEC.

Ha completato un impressionante doppio turno di guida per incrementare il vantaggio della vettura #8 sulla Glickenhaus, terza in classifica, prima che Sébastien prendesse il volante per un ultimo stint, iniziato con una bandiera gialla per detriti in pista.

A poco più di un'ora dalla fine il rischio fulmini ha portato alla bandiera rossa e, nonostante un breve tentativo di ripartenza dietro la safety car, la gara non è più ripresa. La stagione 2022 continua in Europa, con la 6 Ore di Spa-Francorchamps il 7 maggio.

Kamui Kobayashi (Team Principal e pilota, vettura #7): “Grazie per tutto il vostro supporto durante il round di apertura della stagione 2022. Alla fine, l'auto n. 8 è arrivata seconda e l'auto n. 7 sfortunatamente ha avuto un incidente, quindi non ha potuto terminare la gara, ma il punto importante è che José sta bene. Entrambe le vetture hanno potuto competere allo stesso livello, ma ci mancava un po' di performance; quindi, dobbiamo pensare a come migliorare e tornare in pista come una squadra più forte insieme ai piloti. Il Balance of Performance questa volta è stato difficile da gestire, ma penso che sia stato positivo che ci siamo concentrati sul fornire le migliori prestazioni come squadra e siamo riusciti a salire sul podio. Per il resto della stagione continueremo a lottare e spingere i limiti della vettura. Sfortunatamente, non ho potuto vincere la mia prima gara nel mio nuovo ruolo; Continuerò a imparare a diventare più forte e a guidare la squadra nel migliore dei modi. Quindi, per favore, continuate a sostenerci. Grazie."

Mike Conway (pilota, vettura #7): “Ovviamente non era così che volevamo iniziare la nostra stagione. È piuttosto frustrante perché non vedevamo l'ora di ottenere un buon risultato. Non avevamo il ritmo per vincere ma ne avevamo abbastanza per salire sul podio e quello era l'obiettivo. Mi stavo preparando per guidare proprio mentre è successo l'incidente, quindi oggi non ho guidato. È un peccato ma per fortuna la macchina è resistente e José sta bene; questa è la cosa più importante. Incidenti come questo possono accadere nelle gare di durata. L'auto può essere riparata per Spa quando riprenderemo la nostra stagione e spingeremo per un risultato di gran lunga migliore".

José María López (pilota, vettura #7): “Stavo andando bene e sono riuscito a superare l'auto #8. Purtroppo, sono entrato in contatto con una vettura GT e ho danneggiato l'avantreno. Ho cercato di recuperare il più rapidamente possibile, ma ho valutato male quanto fosse danneggiata l'auto. Mentre mi stavo avvicinando alla curva 14, la carrozzeria anteriore è caduta a causa del danno. Non ero in grado di sterzare o rallentare correttamente, quindi sono andato dritto contro le barriere. L’impatto è stato violento, ma l'auto è molto sicura, quindi sono grato per questo. Grazie ai medici e a tutti qui a Sebring per essersi presi cura di me. Va tutto bene e sabato sono pronto per correre la 12 Ore. Sono solo terribilmente dispiaciuto per la squadra e i miei compagni di squadra”.

Sébastien Buemi (pilota, vettura #8): “E' stata una gara pazzesca e dura per il team con l'incidente dell'auto #7. Stavamo facendo una buona gara con l'auto gemella fino a quel punto. Ma il secondo posto è stato il massimo che potevamo ottenere oggi; quindi, prendiamo questi punti per la lotta per il campionato del mondo. Sapevamo prima di venire a Sebring che sarebbe stata dura. Quando ottieni punti così è meglio che niente, vogliamo vincere ma oggi non è stato possibile, quindi pensiamo alla prossima gara”.

Brendon Hartley (pilota, vettura #8): “Abbiamo fatto una gara abbastanza pulita. Séb ha fatto un buon lavoro nei primi due stint. Ho preso delle gomme più vecchie ed è stata dura contro José che mi ha messo sotto pressione. Purtroppo per lui ha avuto l'incidente. Ryo ha avuto un fantastico debutto con l'auto #8. Abbiamo già un buon spirito di squadra e oggi ha fatto una gara perfetta. Non avevamo il ritmo per lottare per la vittoria, ma abbiamo fatto una gara impeccabile e possiamo ritenerci soddisfatti del secondo posto. Prenderemo questi punti e ci prepareremo per Le Mans e la lotta per il Mondiale”.

Ryo Hirakawa (pilota, vettura #8): “Sono riuscito a finire sul podio nella mia prima gara con la Toyota Gazoo Racing, quindi sono felice. La mia prima esperienza con la GR010 HYBRID in una situazione di gara è andata bene. Non è stato facile e superare il traffico LMP2 è stato piuttosto complicato. Non abbiamo commesso errori e abbiamo guadagnato un podio che è un buon risultato per iniziare la stagione tutto sommato. Continueremo a spingere e ora non vedo l'ora di correre a Spa".

Risultati 1000 miglia di Sebring

1° #36 Alpine Elf Team (Negrao/Lapierre/Vaxivière) 194 giri
2° #8 Toyota Gazoo Racing +37.466 sec
3° #708 Glickenhaus Racing (Pla/Dumas/Briscoe) +1 giro
4° #23 United Autosports USA (Di Resta/Jarvis/Pierson) +2 giri
5° #31 WRT (Gelael/Frijns/Rast) +2 giri
6° #41 Realteam di WRT (Andrade/Habsburg/Nato) +2 giri
DNF #7 Toyota Gazoo Racing

Toyota Gazoo Racing: podio alla 1000 miglia di Sebring