Configura la tua Toyota Richiedi un preventivo Visualizza brochure e listini Simula il tuo finanziamento Trova un concessionario

La tecnologia, per la sicurezza

Toyota introduce nuovi sistemi di Sicurezza Attiva dal 2015.

Toyota è impegnata in un lungo elenco di iniziative rivolte alla sicurezza, nella costante ricerca e sviluppo di tecnologie innovative che rendano sempre più sicuro l’ambiente in cui le vetture si muovono.

Toyota è convinta che l’azzeramento del numero di vittime e feriti dovuti agli incidenti stradali debba diventare il principale obiettivo di una società basata sulla mobilità. L’Integrated Safety Management Concept indica la direzione da seguire per lo sviluppo di nuovi veicoli, coprendo tutti gli aspetti riferiti alla guida, attraverso l’integrazione dei diversi dispositivi pensati per la sicurezza, invece di considerarli singole unità indipendenti. Lo stesso approccio viene adottato anche dagli addetti R&D che si occupano dello sviluppo dei sistemi e dei dispositivi di sicurezza.

Sulla base di questa impostazione, seguendo l’approccio del brand “Always a better way”, a partire dal 2015 queste tecnologie saranno disponibili in due diversi pacchetti, chiamati “Toyota Safety Sense”: un pacchetto “C” per i veicoli compatti ed un pacchetto “P” per i veicoli di medie/grandi dimensioni. Entrambi saranno disponibili ad un prezzo competitivo per incoraggiarne la diffusione e contribuire a prevenire e ridurre le collisioni a diverse velocità di marcia.

Dotazioni Toyota Safety Sense "C" Toyota Safety Sense "P"
Pre-collision System Questo sistema utilizza un radar laser e una telecamera per rilevare la presenza di oggetti davanti al veicolo e, in caso di possibile collisione, attiva un allarme acustico e visivo per indurre il guidatore a frenare. Quando il guidatore viene avvisato del possibile pericolo e frena, il sistema automaticamente applica maggiore forza frenante. Se il guidatore non frena in tempo utile, il sistema frena autonomamente, riducendo la velocità di circa 30 km/h (1) al fine di prevenire o ridurre i danni dovuti all'urto. Il raggio di azione del PCS copre le velocità a cui si verificano l'80% dei tamponamenti (velocità relativa compresa indicativamente tra 10 km/h e 80 km/h). Il sistema utilizza un radar ad onde millimetriche ed una telecamera per rilevare la presenza di pedoni, oltre che di veicoli. Al fine di prevenire e ridurre collisioni, il sistema attiva un allarme acustico e visivo per indurre il guidatore a frenare. Quando il guidatore viene avvisato del possibile pericolo e frena, il sistema automaticamente applica maggiore forza frenante. Se il guidatore non frena in tempo utile, il sistema frena autonomamente. La frenata automatica si attiva in un intervallo compreso fra i 10 km/h e gli 80 km/h in caso di potenziali collisioni con i pedoni e può ridurre la velocità di circa 30 km/h (1). Per le potenziali collisioni con altri veicoli, il PCS incluso nel Toyota Safety Sense ha un raggio di azione compreso tra 10 km/h e la velocità massima che il veicolo può raggiungere, riducendo la velocità di circa 40 km/h.
Pre-collision System - solo veicoli Pre-collision System - con funzione rilevamento pedoni
Lane Departure Alert (LDA) Utilizza la telecamera per rilevare la segnaletica stradale orizzontale bianca e gialla. Se il veicolo comincia a deviare la traiettoria rispetto alla corsia di marcia, L'LDA avverte il guidatore tramite un allarme acustico e visivo.
Adaptive High Beam (AHB) L'AHB garantisce una visibilità eccellente durante la guida notturna. Utilizza una telecamera per rilevare i fari dei veicoli provenienti nella direzione opposta e le luci di coda dei veicoli che precedono, selezionando automaticamente la modalità più corretta tra abbaglianti e anabbaglianti, al fine di non disturbare gli automobilisti degli altri veicoli.
Radar Cruise Control - Sulle autostrade, il Radar Cruise Control utilizza un sistema ad onde millimetriche per rilevare i veicoli che precedono e determinare la loro velocità. Successivamente, modula la velocità del veicolo - in un intervallo prestabilito - per garantire la distanza di sicurezza tra veicoli. Utilizzando una telecamera anteriore ed un radar ad onde millimetriche per monitorare i veicoli che si immettono o escono dalla corsia di marcia, il Radar Cruise Control favorisce una guida fluida sia in fase di accelerazione che di decelerazione.

Funzionamento dei pacchetti Toyota Safety Sense
  Rilevamento pericoli Raggio di azione della frenata automatica Riduzione automatica della velocità di frenata Sensori
Toyota Safety Sense "C" Veicoli Circa 10 km/h - 80 km/h Circa 30 km/h Radar Laser e telecamera
Toyota Safety Sense "P" Veicoli Circa 10 km/h - velocità massima Circa 40 km/h Radar ad onde millimetriche e telecamera
Pedoni Circa 10 km/h - 80 km/h Circa 30 km/h

La nuova tecnologia Adaptive High Beam, consente un miglior controllo della distribuzione del fascio luminoso dei fari anteriori attraverso il controllo indipendente dei vari LED.

Il nuovo sistema (LED Array AHS ) utilizza vari LED posizionati su una stessa fila, che possono essere controllati in maniera indipendente gli uni dagli altri, garantendo maggiori combinazioni di illuminazione rispetto ai precedenti sistemi (3) ed evitando, quindi, di disturbare i veicoli che precedono o che seguono. Il LED Array AHS è in grado di illuminare lo spazio tra i veicoli che precedono ed i veicoli in arrivo, rendendo più semplice rilevare l’eventuale presenza di pedoni che attraversano la strada.

/

Il sistema, inoltre, è in grado di adattare la distribuzione del fascio luminoso in funzione delle diverse condizioni di guida: in una situazione urbana, ad esempio, verrà illuminata un’area ampia, mentre in caso di guida ad alte velocità verrà utilizzata un’illuminazione a lunga distanza. Il sistema è in grado di adattare la distribuzione della luce in funzione dei movimenti dello sterzo, migliorando la visibilità oltre la curva. Tutte queste funzioni vengono combinate dal LED Array AHS per garantire un’ottimale visione nelle ore notturne.

Nonostante negli ultimi 13 anni il numero di vittime stradali sia progressivamente diminuito, i pedoni rappresentano ancora la maggior parte delle vittime e circa il 70% (4) degli incidenti che coinvolgono pedoni, avvengono nelle ore notturne. Lo sviluppo di sistemi di illuminazione di nuova generazione si inserisce nell’impegno di Toyota nel ridurre e prevenire gli incidenti notturni. Il nuovo sistema Toyota Safety Sense, che verrà implementato a partire dal 2015, disporrà di serie dell’Automatic High Beams (AHB) (5).

Sempre a partire dal 2015 infine, alcuni veicoli commercializzati in Giappone ed equipaggiati con il Toyota Safety Sense “P” saranno dotati del sistema integrato Veicolo-Infrastruttura. Questo dispositivo, utilizzando una frequenza dedicata ITS di 760 MHz per le comunicazioni strada-veicolo e veicolo-veicolo, raccoglierà maggiori informazioni utili per il guidatore che non potrebbero essere ottenute dai soli sensori di bordo.

Negli incroci con scarsa visibilità, le informazioni relative a veicoli e pedoni in arrivo verranno raccolte dai sensori presenti sulla strada e indirizzate tramite il canale strada-veicolo, mentre le informazioni sui veicoli in avvicinamento saranno convogliate nel canale veicolo-veicolo con un allarme acustico e visivo che avvisa i guidatori quando necessario.

Inoltre, il nuovo dispositivo Toyota Communicating Radar Cruise Control, recentemente sviluppato, permette sia ai veicoli che precedono che a quelli che seguono di mantenere le corrette distanze di sicurezza gli uni dagli altri.

Il Communicating Radar Cruise Control utilizza un radar ad onde millimetriche per rilevare le distanze tra i veicoli e le relative velocità. L’informazione aggiuntiva relativa alla accelerazione e decelerazione dei veicoli che precedono (ottenuta tramite il canale veicolo-veicolo) aumenta significativamente le prestazione di rilevamento. Questo dispositivo, inoltre, aiuta a ridurre il traffico e permette una guida più efficiente dal punto di vista del consumo di carburante e rende le autostrade sempre più sicure.

/

Toyota sviluppa il sistema compatibile con l’interfaccia ITS in collaborazione con le agenzie governative, ministeriali ed aziende private, con lo scopo di renderlo disponibile appena sarà praticamente possibile. Nel 2013 Toyota ha partecipato al progetto dimostrativo relativo all’ITS Green Safety per valutare l’impatto sociale di questo sistema. In futuro, Toyota parteciperà all’ITS Connect Promotion Consortium (6) per supportare lo sviluppo di ambienti in cui introdurre gradualmente tali sistemi e per la loro adozione a livello globale.


1. Risultati ottenuti nei test utilizzando un veicolo che viaggia a 30 km/h ed una vettura ferma, il funzionamento del dispositivo dipende dalle condizioni di guida (incluse quelle stradali e atmosferiche) e del veicolo.
2. Risultati ottenuti nei test utilizzando un veicolo che viaggia a 40 km/h ed una vettura ferma/pedone, il funzionamento del dispositivo dipende dalle condizioni di guida (incluse quelle stradali e atmosferiche) e del veicolo.
3. Usa le telecamere di bordo per rilevare i fari dei veicoli in arrivo e le luci posteriori dei veicoli che precedono, al fine di controllare e modulare la distribuzione della luce dei fari abbaglianti. Utilizzato per la prima volta su Lexus “LS” in vendita da Ottobre 2012.
4. Fonte: Traffic Bureau del National Police Agency, Giappone.
5. Utilizza le telecamere di bordo per rilevare i fari dei veicoli in arrivo e le luci posteriori dei veicoli che precedono e cambia automaticamente da fari abbaglianti a fari anabbaglianti.
6. Fondato nell’Ottobre 2014 per favorire l’applicazione pratica, e le relative operazioni di supporto, delle infrastrutture e tecnologie di supporto ai sistemi di guida utilizzando le frequenze dedicate ITS.

La nostra e-privacy policy

Questo sito utilizza cookies di profilazione (propri e di soggetti terzi) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le Sue preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete.
Continuando a navigare o accedendo ad un qualunque elemento del sito, Lei accetterà l’uso e la ricezione dei cookies nel rispetto di quanto stabilito nell’ Informativa estesa.
La modifica delle impostazioni dei cookies e la possibilità di negare il consenso al loro utilizzo potranno essere effettuate utilizzando il link di cui sopra o accedendo alla sezione "E-Privacy" in fondo alla pagina.