Toyota e il Rally Dakar

È nelle condizioni peggiori che si migliora.

40 anni di passione estrema

Con i suoi oltre 9.000 km da percorrere, dune desertiche, letti di fiume infidi, il Rally Dakar è il test più estremo che un veicolo possa affrontare. Qui, per vincere, la velocità non basta. Qualità, durata e affidabilità sono vitali. In tali condizioni estreme la fiducia è fondamentale, e la leggendaria robustezza dei nostri veicoli li ha resi la scelta numero uno dei partecipanti.

“Competere su ogni tipo di strada,
qualunque sia la sfida,
ci ispira a superare ogni limite
per realizzare veicoli sempre migliori.”

I nostri veicoli per la Dakar

/
Toyota Hilux Dakar
Categoria Super Produzione
Le nuove caratteristiche di Toyota Hilux comprendono un gran numero di miglioramenti meccanici per il 2018, che promettono un significativo passo avanti delle prestazioni e migliorati livelli di guidabilità ed equilibrio.
  • Nuovo motore V8 centrale
  • Escursione sospensioni indipendenti posteriori aumentata del 12%
  • Trazione integrale
  • Peso alleggerito
Toyota Land Cruiser
Categoria Produzione
Le due auto del Team Land Cruiser Toyota Auto Body competono nella limitatissima categoria Produzione. Le vetture di quest'anno sono caratterizzate da un design rinnovato e vantano motori biodiesel.
  • Motore V8 biodiesel
  • Design anteriore e posteriore riprogettato
  • Trazione integrale
  • Alimentato al 100% da olio vegetale ed alghe

L'affidabilità è di serie

/
Controllo Attivo della Trazione Fornisce aderenza sui terreni più difficili
/
Assistenza alla Partenza in Salita Affronta le pendenze senza mai arretrare
/
Protezione sottoscocca Proteggi le parti essenziali del tuo Hilux
/
Differenziale Posteriore Bloccabile Rimanere bloccati è storia vecchia

Il Team

/
#304

Pilota: Giniel De Villiers

Paese: Repubblica Sudafricana

Successi Dakar:: 7 podi, 1 vittoria (2009)

Curiosità: Giniel si è classificato fuori dai primi dieci del Rally Dakar solo una volta (2007).

/
#304

Pilota: Dirk Von Zitzewitz

Paese: Germania

Successi Dakar: 1 vittoria (2009), prima partecipazione nel 1997

Curiosità: al suo primo Rally Dakar Dirk ha partecipato in motocicletta (1997)

/
#301

Pilota: Nasser Al Attiyah

Paese: Qatar

Successi Dakar: 2 vittorie (2001 & 2015)

Curiosità: Nasser ha vinto un bronzo olimpico nel tiro al piattello, specialità skeet

/
#301

Pilota: Mathieu Baumel

Paese: Francia

Successi Dakar: 1 vittoria (2015)

Curiosità: Mathieu è sei volte campione in diverse categorie motoristiche
.

/
#309

Pilota: Bernard Ten Brinke

Paese: Paesi Bassi

Successi Dakar: un settimo posto

Curiosità: nel suo Paese, Bernard è proprietario di un’azienda di cucine

/
#309

Pilota: Michel Périn

Paese: Francia

Successi Dakar: 3 vittorie (1994, 1995, 1996)

Curiosità: Michel è un navigatore rally professionista fin dal 1984

Storia del Rally Dakar


Il Rally Dakar è stato fondato da Thierry Sabine nel 1978. Agli inizi si trattava di una gara attraverso il deserto del Sahara: i partecipanti potevano gareggiare con qualunque veicolo avesse delle ruote e un motore. La gara si è tenuta in Nordafrica fino al 2008, quando fu cancellata per motivi di sicurezza. L’anno dopo venne spostata in Sudamerica. Il teatro di svolgimento della gara può essere diverso, ma il nome e lo spirito sono quelli di sempre.

Percorso di gara


Con oltre 5.000 km di gara su più tappe, per non parlare dei 4.000 km di percorsi di collegamento, sette delle quattordici tappe del Rally Dakar 2018 sono state completamente offroad, o attraverso dune, rendendo l’evento di quest’anno uno dei più impegnativi della storia recente.

Per la sua 40esima edizione, la decima tenuta in Sudamerica, il Rally Dakar è tornato in Perù, con partenza il 6 gennaio nella capitale, Lima. Una serie di tappe ad anello ha visto gli equipaggi affrontare un mare di dune, prima di attraversare il confine con la Bolivia il 12 gennaio.

Da qui, due ulteriori tappe hanno guidato i partecipanti verso sud, attraverso i punti più elevati del territorio boliviano prima di lanciarsi verso il nord dell’Argentina e il rilievo che ha ospitato la linea d’arrivo a Córdoba, il 20 gennaio.

/
Cookies sul sito Toyota

Al fine di assicurarti la miglior esperienza di navigazione, abbiamo previsto l’utilizzo di cookies da parte nostra e di alcuni partner selezionati permettendo così la personalizzazione di contenuti informativi e promozionali. Se continuerai ad utilizzare il nostro sito, senza modificare le impostazioni predefinite, riterremo da Te accettato l’utilizzo dei cookies, altrimenti modifica le impostazioni dei cookies qui.

OK