La tecnologia a celle a combustibile illumina la torre Eiffel

L'illuminazione verde simboleggia l’utilizzo di idrogeno rinnovabile senza carbonio.

L’ alimentazione è fornita dal generatore GEH2 EODev (Energy Observer Developments), con tecnologia a celle a combustibile Toyota. L’iniziativa rafforza l'obiettivo di Toyota di sostenere l'uso diffuso delle celle a combustibile per ridurre le emissioni di carbonio e accelerare la crescita di una società dell'idrogeno.

Le persone che ieri sera sono passate davanti alla Torre Eiffel avranno visto l'iconico punto di riferimento parigino illuminato, in modo sostenibile, di colore verde, nell'ambito dell'evento "Paris de l'hydrogène" organizzato da Energy Observer. La scelta della luce verde simboleggia l'idrogeno rinnovabile certificato utilizzato per alimentare le celle a combustibile Toyota presente all'interno del generatore d’idrogeno GEH2® sviluppato da EODev (Energy Observer Developments).


"La nostra soluzione porta l'illuminazione della Torre Eiffel in una nuova era di progresso tecnologico e sostenibile. Riteniamo che questa iniziativa sarà seguita da molte altre, in cui gli eventi futuri potranno essere celebrati con energia pulita. Ci aspettiamo che i monumenti più belli della Francia e di altri paesi siano illuminati grazie a soluzioni energetiche sostenibili. Al di là del loro significato simbolico, queste iniziative, come il generatore GEH2®di EODev, portano all’evidenza soluzioni a zero emissioni che sono già oggi operative", dichiara Jérémie Lagarrigue, Managing Director di EODev.


Il generatore GEH2® sta inoltre alimentando il villaggio Energy Observer presente alla base della Torre Eiffel durante l’iniziativa. Molte aziende che forniscono soluzioni per l'energia e la mobilità alimentate a idrogeno presentano i propri veicoli e applicazioni per condividere una prospettiva sostenibile e innovativa sulle città del futuro.

Sono infatti in esposizione anche diverse altre applicazioni che integrano la tecnologia a celle a combustibile alimentate a idrogeno di Toyota, tra le quali la nuova Mirai, l’autobus prodotto da CaetanoBus, il generatore GEH2® e il modulo REXH2® (soluzione di alimentazione marittima a idrogeno) sviluppati da Toyota con EODev. Questi prodotti sono oggi tutti disponibili sul mercato e forniscono soluzioni reali in grado di sensibilizzare governi, industria, media, clienti e pubblico.

La tecnologia a celle a combustibile illumina la torre Eiffel

"La tecnologia delle celle a combustibile a idrogeno svolgerà un ruolo chiave per consentire a Toyota di raggiungere l'obiettivo della neutralità carbonica entro il 2050. Questo impegno è stato preso nel 2015 quando abbiamo annunciato il nostro Environmental Challenge 2050 e abbiamo lanciato la Mirai, il primo veicolo al mondo a celle a combustibile prodotto in serie.

Crediamo inoltre che la tecnologia delle celle a combustibile svolgerà un ruolo vitale nel raggiungimento della neutralità carbonica nell’ecosistema globale dei trasporti, non solo nel settore automobilistico, ma anche nei settori degli autobus, dei camion, delle ferrovie, dell'aviazione, del trasporto marittimo e dell'energia stazionaria",
ha dichiarato Matt Harrison, Presidente e CEO di Toyota Motor Europe.


In qualità di Mobility Partner ufficiale dei Giochi Olimpici e Paralimpici, Parigi ha un significato particolare per Toyota. In occasione dei Giochi, infatti, Toyota fornirà veicoli a zero emissioni e soluzioni avanzate di mobilità, per testimoniare il suo impegno verso soluzioni di mobilità a zero emissioni e accessibili a tutti (“Mobility for All”).


26/05/2021