Toyota Motor Europe, Air Liquide e CaetanoBus insieme per l'espansione della mobilità a idrogeno

Firmato il Protocollo d’intesa.

L'obiettivo è quello di collaborare per creare ecosistemi integrati in cui l'offerta di idrogeno e la domanda di veicoli vadano di pari passo.

Air Liquide, CaetanoBus e Toyota Motor Europe hanno firmato un Protocollo d’intesa con l'obiettivo di sviluppare soluzioni a idrogeno integrate. Ciò includerà lo sviluppo di infrastrutture e flotte di veicoli per accelerare l'espansione della mobilità a idrogeno sia per i veicoli leggeri che per quelli pesanti. La partnership riflette l'ambizione condivisa dai tre partner di contribuire alla decarbonizzazione nei trasporti e accelerare lo sviluppo di ecosistemi locali a idrogeno per molteplici applicazioni di mobilità.

Le tre società utilizzeranno le loro competenze complementari per la gestione dell'intera filiera della mobilità a idrogeno, che va dalla produzione di idrogeno rinnovabile o a basse emissioni di carbonio, alle infrastrutture di distribuzione e rifornimento, all’impiego in veicoli di diversi segmenti. Inizialmente il focus sarà su autobus, veicoli commerciali leggeri e automobili, con l’ulteriore obiettivo di accelerare nel segmento dei camion pesanti.

Esplorando opportunità comuni, i tre principali attori della mobilità a idrogeno contribuiranno all'emergere di nuovi ecosistemi di idrogeno in tutta Europa, un passo fondamentale per stimolare la domanda e facilitare l'accesso all'idrogeno per altre soluzioni di mobilità. Questo include le infrastrutture e le stazioni di rifornimento, nonché le offerte di veicoli integrati (leasing e assistenza) a clienti come compagnie di taxi, operatori nel settore delle flotte, autorità locali e altri.

L'integrazione di diverse applicazioni e progetti all'interno di un ecosistema dell'idrogeno, dove domanda e offerta si incontrano, ha lo scopo di creare un circolo virtuoso che consenta all'infrastruttura complessiva dell'idrogeno di maturare ulteriormente. Questa iniziativa rappresenta un altro passo nel percorso verso la decarbonizzazione, coerentemente con la maggiore attenzione da parte dei governi europei e la disponibilità delle tecnologie dell'idrogeno.

Matthieu Giard, Vice Presidente, membro dell’Executive Committee di Air Liquide, e coordinatore delle attività sull’idrogeno, ha dichiarato: "Come soluzione chiave per ridurre le emissioni di CO2 del settore della mobilità, l'idrogeno a basse emissioni di carbonio è un fattore cruciale della transizione energetica. Air Liquide è lieta di collaborare con Toyota e CaetanoBus. Questo tipo di partnership è essenziale per creare ecosistemi efficienti che favoriranno l'emergere della mobilità a idrogeno in Europa. Air Liquide è impegnata da oltre 50 anni nello sviluppo dell’intera filiera dell'idrogeno e porterà la sua esperienza sia nella produzione di idrogeno a basse emissioni di carbonio, che nello sviluppo di infrastrutture di mobilità a idrogeno. Questa partnership testimonia la capacità dell'industria di portare soluzioni concrete nella lotta contro i cambiamenti climatici".

"Siamo entusiasti dell'opportunità di unire le nostre forze per espandere lo sviluppo di ecosistemi di idrogeno. Il ruolo di Toyota è quello di portare le applicazioni dell'idrogeno nell'ecosistema. Lavorando insieme ai nostri partner, vogliamo accelerare e intensificare l'uso dell'idrogeno come soluzione a emissioni zero per la mobilità. Ciò ridurrà gradualmente i costi dell'idrogeno e della relativa infrastruttura, migliorando al contempo il modello di business di molte applicazioni future, inclusa la mobilità", commenta Matt Harrison, Presidente e CEO di Toyota Motor Europe.

È un grande piacere lavorare a progetti sull’idrogeno con questi partner e avere la possibilità di rafforzare il ruolo delle nuove forme di energia nel perseguimento di uno stile di vita sostenibile. Siamo consapevoli della responsabilità del settore della mobilità rispetto a questa missione e il nostro obiettivo come produttore di autobus è quello di continuare a sviluppare nuovi autobus a idrogeno, per ridurre l'impronta di carbonio nelle città. Se possiamo farlo attraverso delle partnership, al fine di creare un ecosistema completo, è ancora meglio, perché le transizioni energetiche sono efficaci solo con un vero allineamento tra aziende, paesi e politiche". Patrícia Vasconcelos, CEO di CaetanoBus.


20/05/2022