Toyota Mirai a Milano

Incontro con il sindaco Giuseppe Sala.

Il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala è salito a bordo della Toyota Mirai. La vettura è stata introdotta da Mauro Caruccio, Amministratore delegato di Toyota Motor Italia, a Palazzo Marino.

La Toyota Mirai è la prima berlina alimentata a idrogeno, prodotta in serie dal 2014, che oggi conta 10.000 vetture vendute a livello mondiale. La Mirai è una vettura a trazione elettrica, dove l’elettricità è generata a bordo utilizzando l’idrogeno, e la cui unica emissione è l’acqua; è una vettura che si ricarica in 3 minuti ed ha un’autonomia di circa 500 km.

Toyota crede molto nell’idrogeno, in quanto può accelerare la diffusione delle energie rinnovabili; per questo l’azienda, grazie alla piattaforma tecnologica Full Hybrid Electric, ha sviluppato tutte le soluzioni elettrificate - tra le quali quella a celle a combustibile - che nella propria visione Toyota considera assolutamente complementari.

In tale contesto si inseriscono gli accordi recentemente sottoscritti tra Toyota ed Eni per la realizzazione di una stazione a idrogeno nella città metropolitana di Milano ed una ulteriore stazione nella città metropolitana di Venezia.

Tutto ciò anche grazie alla sensibilità e al sempre maggiore interesse che istituzioni locali e centrali stanno dimostrando verso nuove ed innovative soluzioni di mobilità. Toyota ringrazia il Sindaco Giuseppe Sala e l’Assessore alla Mobilità e Ambiente Marco Granelli per la disponibilità e l’attenzione con la quale hanno ascoltato la visione di Toyota del futuro della mobilità, nella quale l’idrogeno ricopre un ruolo molto importante.


03/10/2019

Cookies sul sito Toyota

Al fine di assicurarti la miglior esperienza di navigazione, abbiamo previsto l’utilizzo di cookies da parte nostra e di alcuni partner selezionati permettendo così la personalizzazione di contenuti informativi e promozionali. Se continuerai ad utilizzare il nostro sito, senza modificare le impostazioni predefinite, riterremo da Te accettato l’utilizzo dei cookies, altrimenti modifica le impostazioni dei cookies qui.

OK