1. Mondo Toyota
  2. News & Eventi
  3. TOYOTA GAZOO RACING ENTRA NELLA LEGGENDA CONQUISTANDO IL MONDIALE PILOTI E COSTRUTTORI FIA WEC
Link utili
Link utili

TOYOTA GAZOO RACING ENTRA NELLA LEGGENDA CONQUISTANDO IL MONDIALE PILOTI E COSTRUTTORI FIA WEC

Toyota Gazoo Racing ha ottenuto una storica doppietta nella 8 Ore del Bahrain che ha portato ad una netta vittoria dei titoli del FIA World Endurance Championship (WEC).

I campioni del mondo uscenti Mike Conway, Kamui Kobayashi e José María López hanno ottenuto una vittoria difficile, la loro seconda della stagione con la loro GR010 HYBRID #7, guadagnando i punti necessari a incoronare Toyota Gazoo Racing campione del mondo dei costruttori Hypercar.

Sébastien Buemi, Brendon Hartley e Ryo Hirakawa, con la GR010 HYBRID #8, avevano iniziato il weekend a pari punti nella corsa al titolo piloti con i rivali della Alpine, ma arrivando secondi sono riusciti a conquistare il titolo piloti, che si aggiunge alla vittoria nella 24 Ore di Le Mans 2022.

Sébastien e Brendon scrivono i loro nomi nel libro dei record in quanto primi piloti a vincere tre titoli nella massima categoria del WEC o nel suo predecessore, il World Sportscar Championship. Ryo, vincitore di Le Mans a giugno, ha concluso una straordinaria stagione da rookie diventando il terzo campione giapponese del WEC. Il risultato perfetto in Bahrain è stata la degna conclusione di una stagione di successo per Toyota Gazoo Racing, che ora può vantare cinque doppi titoli mondiali in 10 anni di competizioni WEC, per un 2022 che include inoltre la quinta vittoria consecutiva a Le Mans e l'ottava vittoria al Fuji Speedway.

Il successo nel WEC assicura a Toyota Gazoo Racing di raggiungere l'impresa unica di vincere ogni titolo disponibile, otto in totale, nelle tre serie FIA a cui ha partecipato in questa stagione: il World Endurance, il World Rally e il World Rally Raid Championship.

La gara è iniziata sotto il sole splendente del Bahrain, con temperature di 35° C, e l'azione in pista è subito stata altrettanto calda. Sébastien partiva in pole mentre José ha subito ingaggiato una lotta serrata con l'Alpine #36, perdendo il terzo posto alla partenza prima di riconquistare la posizione tre giri dopo, dopo un periodo di safety car.

Sébastien ha tenuto a bada la Peugeot #93, con José saldamente in lizza per la vittoria in terza posizione. I primi tre piloti erano raccolti in 6 secondi quando dopo un'ora sono arrivati i primi pit stop, durante i quali José ha scavalcato la #93 per il secondo posto e si è avvicinato alla #8, prima che Sébastien aumentasse il suo vantaggio.

Quando un problema tecnico ha messo fuori gioco la #93 dopo due ore, la bandiera gialla ha permesso a entrambe le GR010 HYBRID di cambiare i piloti. Brendon alla guida della #8 con Mike nella #7 hanno lottato per tutto il loro primo stint separati da meno di un secondo, fino a quando Mike ha preso il comando all'inizio della quarta ora mentre il sole tramontava sul Bahrain International Circuit.

Mike ha spinto al massimo per aumentare il suo gap sugli inseguitori e a metà gara aveva un vantaggio di pochi secondi prima dei pit stop successivi, quando Kamui ha preso il volante. Un giro dopo, lo stint di Brendon si è concluso e Ryo ha riportato la #8 in pista direttamente dietro la #7.

Kamui ha gradualmente esteso il suo vantaggio a 15 secondi alla fine della quinta ora, raddoppiando il vantaggio della vettura #7 nell'ora successiva prima che José e Sébastien tornassero ai rispettivi abitacoli con meno di due ore rimanenti. Ulteriori cambi di pilota a 45 minuti dalla fine hanno lasciato a Mike l’onore della bandiera a scacchi, finendo a 45.471 secondi da Brendon nella #8. Ciò ha innescato i festeggiamenti per il titolo per far calare il sipario su un'entusiasmante stagione Hypercar dopo 58 ore di competizione che coprono 10.620 km dalla prima gara a Sebring otto mesi fa.

Toyota Gazoo Racing ha un appuntamento rimanente nella stagione 2022, il test ufficiale dei rookie WEC al Bahrain International Circuit. La pilota LMP2 Lilou Wadoux è stata nominata dal WEC per guidare la GR010 HYBRID e diventerà quindi la prima donna pilota Hypercar durante i test di domenica.


Dichiarazioni:
Kamui Kobayashi (Team Principal e pilota, vettura #7): "Abbiamo realizzato una doppietta, Séb, Brendon e Ryo hanno vinto il titolo piloti e abbiamo vinto il campionato costruttori, quindi abbiamo raggiunto tutti i nostri obiettivi per questa gara. Sono davvero felice. Il team ha fatto un ottimo lavoro oggi e per tutta la stagione, così come i piloti. Grazie per tutto il loro supporto, così come il supporto dei nostri colleghi in Giappone e dei nostri partner che ci hanno aiutato durante tutta la stagione. Quest'anno abbiamo affrontato una forte concorrenza e abbiamo chiuso con il miglior risultato possibile. È una bella sensazione finire con una vittoria; Mike e José hanno fatto una gara forte e l'equipaggio si è comportato bene come hanno fatto tutto l'anno. Sulla nostra vettura abbiamo perso il titolo piloti, ma la vettura #8 se lo meritava davvero e sono felice per loro. Per tutta la stagione il team e i piloti hanno lavorato molto duramente, con un grande spirito di squadra, quindi spero che tutti possano godersi questo momento e celebrare i titoli".  

Mike Conway (Pilota, vettura #7): "È bello vincere la gara e far parte di una doppietta per la squadra. Congratulazioni a Kamui, José e tutto l'equipaggio #7 che ha fatto un lavoro stellare qui, e anche alla vettura #8 del campionato, hanno avuto un anno davvero consistente e forte, quindi se lo meritano pienamente. La nostra gara è andata molto bene ed è stata una lotta serrata per molte delle otto ore. La vettura # 8 ci ha tenuti sulle spine come sempre fino a quando Kamui ha tirato fuori un buon divario che lo ha reso più ampio. Tutti sulla nostra vettura si sono comportati molto bene oggi, con una bella gara pulita, buoni pit stop e la giusta strategia. È fantastico vincere di nuovo il titolo costruttori; grazie a tutti in Giappone, Colonia e a tutte le altre persone che hanno reso possibile tutto questo."

José María López (Pilota, vettura #7): "Complimenti ai ragazzi della vettura #8 che meritano davvero questo campionato dopo una stagione molto forte; Tanto di cappello a loro. E congratulazioni a tutto il team a Colonia e in Giappone, e a tutte le persone e i partner che lavorano dietro le quinte per aiutarci ad avere successo. È stato un anno di intensa competizione ma abbiamo raggiunto i nostri obiettivi, quindi sono molto felice. Mi è piaciuto molto iniziare la gara oggi, è divertente combattere a stretto contatto con tutte le altre Hypercar. Mike e Kamui si sono comportati davvero bene, il che mi ha reso più facile quando sono tornato indietro verso la fine. Abbiamo un grande gruppo e non potrei essere più orgoglioso di farne parte. È davvero un piacere far parte di questa squadra e godere di momenti come questo".  

Sébastien Buemi (Pilota, vettura #8): "È incredibile vincere il Campionato del Mondo quest'anno. Abbiamo massimizzato tutte le opportunità e fare la doppietta di Le Mans e il titolo è una sensazione incredibile. Merito speciale a Ryo perché è entrato nel team come nuovo arrivato e ha vinto nel suo primo anno. Non è facile saltare in una Hypercar e lottare davanti contro una concorrenza così forte, ma è stato un compagno di squadra straordinario. La vettura #7 è sempre forte e non è mai facile batterli, come hanno dimostrato oggi. Volevamo vincere la gara e conquistare il titolo in grande stile ma, nonostante una partenza competitiva, oggi non ne avevamo abbastanza. Ci godremo questa sensazione e poi guarderemo al prossimo anno che sarà davvero emozionante".

Brendon Hartley (Pilota, vettura #8): “Sono davvero contento di completare il lavoro qui e vincere entrambi i Campionati del Mondo. Non credo che ancora abbiamo realizzato che siamo di nuovo campioni, ma sono sicuro che lo farà presto. Grazie a tutti i membri del team per il loro fantastico supporto durante tutto l'anno per darci una macchina per vincere il titolo e Le Mans. Oggi il nostro obiettivo era semplicemente quello di battere Alpine e assicurarci il titolo; Non potevamo permetterci di correre rischi solo per ottenere la vittoria della gara. La vettura #7 aveva il passo e meritava la vittoria, quindi complimenti a loro. Sono stati avversari duri tutto l'anno ed è stato ferocemente combattuto, anche con Alpine che ci ha tenuti onesti. Abbiamo lavorato duramente per questo titolo ed è un merito per tutta la squadra".  

Ryo Hirakawa (Pilota, vettura #8): "Oggi abbiamo ottenuto tutto ciò che volevamo, quindi sono molto felice e mi godrò questo momento con la squadra, che lo merita davvero. Non sembra ancora reale, ho bisogno di un po' di tempo per abituarmici. È stato impegnativo correre con una Hypercar nel WEC per la prima volta; Tutto era nuovo per me. Non mi aspettavo di vincere Le Mans e il Campionato del Mondo nel mio primo anno, quindi grazie mille al team e ai miei compagni di squadra per avermi aiutato ad ambientarmi e diventare più forte nel corso della stagione. Sono stato molto paziente in gara oggi perché conoscevo la situazione del campionato ed era importante non correre rischi. Il mio obiettivo era quello di consegnare la macchina in una posizione forte e ci sono riuscito, quindi ero felice".

8 Ore del Bahrain – Risultati

1°   

#7 TOYOTA GAZOO Racing

245 giri

 

#8 TOYOTA GAZOO Racing

+45.471sec.    

 

#36 Alpine Elf Team  (Negrao/Lapierre/Vaxiviere)

+2 giri

 

#94 Peugeot TotalEnergies (Duval/Menezes/Müller)      

+6 giri

 

#31 WRT (Galael/Frijns/Vanthoor)

+8 giri

 

#23 United Autosports USA (Lynn / Jarvis / Pierson)

+8 giri

 
14/11/2022