Nuova Yaris, il successo di un lancio insolito

Toyota Yaris continua a conquistare i cuori e le menti in tutta Europa.

La quarta generazione della Yaris, prevista nei saloni a metà del 2020, è stata lanciata tra le innovazioni di produzione nello stabilimento e avrebbe potuto subire conseguenze a causa della pandemia globale di coronavirus. Non è stato così.

I dati di vendita del 2020 recentemente condivisi hanno confermato ancora una volta che la Toyota Yaris continua a conquistare i cuori e le menti in tutta Europa. Un cliente Toyota su cinque sceglie una Yaris e la quota del segmento è aumentata anno dopo anno fino a raggiungere il 8,4%.

Gli acquirenti sono, tra l'altro, attratti dalle avanzate dotazioni di sicurezza attiva e passiva di serie, un pacchetto tra i migliori della categoria. Questa vettura compatta è dotata, per esempio, di airbag centrali di serie - una novità assoluta nel segmento B europeo. Non dovrebbe sorprendere che la domanda stia superando l'attuale capacità di produzione.

La sfida del 2020

Sebbene il 2020 mostri risultati di vendita eccezionali, è stato anche un anno in cui la produzione Yaris presso Toyota Motor Manufacturing France (TMMF) è stata seriamente messa alla prova. Il vicepresidente esecutivo di TME, Marvin Cooke, che supervisiona la produzione in Europa, ripercorre quei momenti:

“A metà marzo, il COVID-19 si stava diffondendo in tutta Europa. Il 18 marzo abbiamo preso la decisione di fermare contemporaneamente tutti i nostri impianti, in linea con il brusco rallentamento del mercato e le restrizioni messe in atto dai governi.

Cinque settimane dopo, TMMF è stato il primo stabilimento Toyota in Europa a riavviare le sue attività dietro una serie di rigorosi protocolli di salute e sicurezza, creati insieme ai membri del nostro team e ai loro sindacati. Tutti si sono impegnati per garantire il run-out della costruzione della versione precedente e l'avvio tempestivo della produzione della nuova Yaris di quarta generazione.”

Approccio sempre migliore

In molte fasi, i preparativi per la nuova Yaris sono stati impegnativi, poiché la produzione della precedente Yaris è continuata in parallelo con un grande restyling dello stabilimento per preparare la nuova generazione. Cooke ricorda:

“Nel tipico spirito kaizen di Toyota, la domanda ‘Come fabbricare un'auto sempre migliore? ', era il primo pensiero. Gli sforzi che abbiamo fatto possono essere riassunti al meglio come una combinazione intelligente di formazione approfondita delle persone, automazione con un tocco umano e nuove tecniche di produzione.”

Il desiderio del cliente è la priorità di TMMF

Uno dei principali miglioramenti con un impatto diretto sulla dinamica di guida dell'auto è stata la rigidità della carrozzeria: il numero di punti di saldatura è stato aumentato del 9%. Nell'area di saldatura, più del 70% dei robot è stato sostituito o aggiornato, con un conseguente guadagno di ergonomia, precisione e produttività. Alcune saldature, per esempio, possono continuare mentre l'auto è in movimento sulla linea. Grazie alla connettività, i robot ricevono ora una migliore manutenzione e qualsiasi malfunzionamento viene rilevato più rapidamente.

“Quando si tratta di automazione, Toyota investe solo dove è intelligente farlo. I robot non sono sempre una prima scelta, perché le persone rimangono al centro del sistema di produzione Toyota,” sottolinea Marvin. “Dico sempre che si tratta di usare il cervello, piuttosto che il denaro.”

Con molti clienti che scelgono una Yaris in versione bicolore, molta attenzione è stata dedicata all'aumento della capacità di questa opzione nel reparto verniciatura, riducendo i tempi del processo. Qui, più robot permettono alla maggior parte delle auto di passare attraverso la cabina di verniciatura solo una volta invece di due. Per aumentare la tranquillità dei clienti, è stato progettato un processo completamente nuovo e automatizzato per applicare il rivestimento anticorrosione al sottoscocca e raggiungere più facilmente le cavità meno accessibili.

Crescere all'interno dei confini esistenti

Anche se alcune aree sono state ampliate, con il reaparto di materie plastiche che ha addirittura raddoppiato lo spazio, la superficie complessiva dello stabilimento di 170mila m² è stata salvaguardata – un aspetto critico di TMMF fin dal primo giorno, e che rende lo stabilimento nel nord della Francia particolarmente efficiente.

Con la nuova Yaris, un maggior numero di pezzi è prodotto internamente. I principali vantaggi per l'azienda - controllo della qualità della produzione in aumento, costi logistici in diminuzione - sono stati abbinati a guadagni sociali grazie alla riduzione delle emissioni di trasporto.

La nuova linea di verniciatura delle materie plastiche è stata progettata anche pensando all'ambiente. “Un tasso di applicazione della vernice più alto, pari al 90%, si traduce in un minor trattamento dei rifiuti e in un taglio del 30% del consumo di energia – energia che ora viene fornita da pompe di riscaldamento che sostituiscono le precedenti caldaie a gas,” spiega Cooke, aggiungendo che “TMMF mira a raggiungere zero emissioni di CO2 dallo stabilimento entro il 2040, dieci anni prima della sfida ambientale del 2050 stabilita globalmente da Toyota.”

toyota-lancio-yaris-news-interna

Yaris prende d'assalto l'Europa, ottiene un secondo sito di produzione e una sorella crossover

Il successo della Yaris è profondamente radicato in Europa.

La TMMF è storicamente la sede della produzione della Yaris e ha visto la produzione cumulativa salire a oltre quattro milioni di unità, abbracciando quattro generazioni dalla sua fondazione nel 2001. “La fine di gennaio ha segnato il 20° anniversario e il futuro sembra luminoso”, afferma con orgoglio Marvin. “Quest'anno, lo stabilimento francese aggiungerà un secondo modello, la Yaris Cross, che è costruita sulla stessa piattaforma GA-B della Yaris. Di conseguenza, la capacità produttiva raggiungerà il record di 300.000 unità.”

Oltre a TMMF, Toyota Motor Manufacturing Czech Republic (TMMCZ) inizierà a produrre la Yaris nel corso dell’anno. TMMCZ è l'ex stabilimento di Toyota Peugeot Citroën Automobile che è stato rinominato dopo che TME ha assunto la piena proprietà il 1° gennaio 2021. Toyota Motor Manufacturing Poland (TMMP) è lo stabilimento che fornisce i motori e le trasmissioni della Yaris (ibrida) sia a TMMF che a TMMCZ.

“L'investimento in TMMCZ per preparare la struttura alla produzione di Yaris, insieme ad AYGO, conclude il processo intrapreso per rendere tutti gli stabilimenti Toyota in Europa adatti ai modelli TNGA,” sottolinea Marvin. “La filosofia della Nuova Architettura Globale di Toyota ha apportato un cambiamento radicale nella guida, nella maneggevolezza e nello stile delle nostre auto.

In precedenza la piattaforma GA-C per auto di medie dimensioni, come il C-HR e la Corolla, è stata introdotta nei nostri stabilimenti in Turchia e nel Regno Unito, e la piattaforma GA-K si trova alla base di berline e SUV più grandi come la Camry e il RAV4, nel nostro stabilimento in Russia.”

Oltre a un forte impegno produttivo per Yaris in Europa, il Vecchio Continente ospita anche una vasta schiera di fornitori europei, attività di design e styling presso il centro ED² nel sud della Francia, nonché ricerca e sviluppo, ingegneria di produzione e supporto e acquisto dei fornitori presso il centro tecnico TME Zaventem, vicino a Bruxelles. Ciò significa che la nuova Yaris non è solo prodotta in Francia, ma è stata ampiamente testata e sviluppata sulle strade europee, per gli europei e dagli europei.

Solidarietà su tutta la linea

Con quasi 5.000 dipendenti e un investimento complessivo di 1,5 miliardi di euro, TMMF è un importante datore di lavoro nel nord della Francia. Rappresenta un grande polo industriale e attrae la filiera locale, in una regione un tempo segnata da un'elevata disoccupazione ma rinata anche grazie al sostegno dato al progetto TMMF sin dall'inizio, vent'anni fa.

“In qualità di datore di lavoro, TMMF è fortemente radicato nella regione e, come per qualsiasi stabilimento Toyota, il suo valore fondamentale è sempre stato quello di contribuire alla società in modo significativo, nei momenti buoni e cattivi ", afferma Cooke.

"Così, quando è scoppiata la pandemia COVID, il team Toyota hanno dimostrato la vera mentalità Toyota e il valore per la società di "fare" cose, qualcosa che Toyota è orgogliosa di promuovere. Iniziative a 360° si sono moltiplicate per fornire alle strutture sanitarie circostanti dispositivi medici come mascherine, visiere di plastica e con un supporto per aumentare il numeri di ventilatori.”

Più di 400.000 mascherine sono state prodotte internamente in una minifabbrica installata all'interno dei locali di TMMF nel secondo trimestre del 2020. Le stampanti 3D sono state operative senza sosta per produrre visiere e adattatori per la pulizia dei macchinari medicali. Gli ingegneri hanno fornito know-how nella ricerca per fornire ventilazione a due adulti contemporaneamente, in un momento in cui c’era grande richiesta e gli ospedali scarseggiavano.


10/02/2021